menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, D'Aversa: "Questa non era la mia squadra"

"Troppo dispendio di energie in settimana"

Dal nostro inviato

BASSANO DEL GRAPPA - Roberto D'AVersa è sconsolato: "Stiamo attraversando un periodo di difficoltà, è indubbio. Nella testa dei giocatori c’era la voglia di riscattarsi, ma in campo non ho visto la mia squadra, sbagliavano anche le cose più elementari. E’ evidente che quanto è successo in settimana ha influito nel dispendio delle energie nervose. Contro di noi tutti danno il massimo, anche il Bassano, come è giusto che sia. Il campo ha dimostrato che le loro energie tecniche, fisiche e nervose sono state migliori delle nostre. Abbiamo risentito della settimana appena trascorsa. Io rassegnato in panchina durante il secondo tempo ? Non bisogna essere necessariamente arrabbiati in panchina. Se chiedo alla squadra di essere più serena, io non posso fare il contrario, anche se a volte il risultato cambia pure le valutazioni. In classifica, fortunatamente, non è cambiato nulla. Siamo ancora secondi, anche se il Pordenone si è avvicinato, ma noi dobbiamo guardare solo a noi stessi per ricompattarci. Questa sconfitta non ci voleva per il morale. Noi stessi siamo i primi a essere dispiaciuti per i nostri tanti tifosi che ci seguono e ci incitano, come hanno fatto anche oggi. Per la prima volta sono andato anche io sotto alla Curva a salutarli e a ringraziarli della presenza. Sapevamo che, come era giusto, non avremmo avuto complimenti, ma era opportuno, da parte nostra, assumersi le responsabilità. E’ un nostro dovere, in queste occasioni. Il pubblico di Parma è abituato a grandi campioni, ma quanto chiede è semplice: sudare la maglia. Quando arriva una sconfitta, è ovvio che la prima reazione sia pensare alla mancanza di impegno dei giocatori. Sta a noi fare in modo di riportarli a sostenerci come hanno sempre fatto. Si tratta di un pubblico civile. Oggi ci hanno solo spronato a dare di più. Questa è stata una settimana particolare. Venivamo anche da un trittico in una sola settimana. La volontà era riscattarsi dopo la sconfitta casalinga con l’Ancona, ma non abbiamo saputo gestire, in una partita di sofferenza, le poche energie rimaste. Dopo due sconfitte così, non posso essere sereno e tranquillo. Devo capire come risolvere il problema e far riacquistare autostima e sicurezza nei nostri mezzi per ritornare a vincere. Come  accadeva fino a poche settimane fa. Dimostrando la compattezza che si deve avere soprattutto nei momenti di difficoltà”.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento