Parma, dalla cena con Matri a Ceravolo e... Calaiò

I crociati hanno incontrato l'attaccante in un ristorante di Milano: la situazione non cambia: il Sassuolo deve trovare prima un sostituto

Daniele Faggiano - Foto D. Fornari

Daniele Faggiano ce la sta mettendo tutta per regalare a Roberto D'Aversa un attaccante. Che sia Alessandro Matri o chi per lui, gli sforzi del diesse e della proprietà sono tutti concentrati su una punta che possa garantire il salto di qualità effettivo al Parma e che possa dare a Emanuele Calaiò  una mano nel gestire un campionato fatto di 42 partite.

Della cena con Matri, accompagnato dai suoi agenti, non si sa tantissimo. Bocche cucite all'uscita del ristorante in cui Faggiano e compagnia hanno deciso di incontrarsi. Il giocatore è deciso a firmare un contratto triennale per sposare un progetto a lungo termine che, a questo punto, vede il Parma uscire allo scoperto e puntare dritto alla Serie A. I problemi però  sono due: uno è quello risaputo secondo cui, per un giochino di incastri, a Bucchi deve essere assicurato un altro attaccante. Con il rifiuto di Pavoletti e il possibile inserimento di Pazzini che non è gradito alla dirigenza neroverde, il Sassuolo ha fretta di trovare una punta perché pensare di andare avanti con il solo Pavoletti non è concepibile. Lo dimostrano i risultati delle prime due giornate.

Con Lo Faso che potrebbe arrivare da Palermo, la situazione potrebbe rimanere identica. E in più c'è anche un altro  nodo che il Parma deve sciogliere. Un nodo legato al conguaglio economico che i crociati devono versare per rilevare il cartellino del giocatore (che va in scadenza l'anno prossimo e che quindi può liberarsi già a gennaio). Se ci saranno intoppi Faggiano, che domani sarà a Benevento, concentrerà i suoi sforzi su Fabio Ceravolo. In partenza, dato che le streghe hanno già l'accordo con Iemmello. Il cartellino del giocatore costa 2,5 milioni di euro e Il Parma, oltre a pagarlo,  offrirebbe un contratto di 3 anni al giocatore per 500 mila a stagione (a Benevento ne guadagna poco più di 400). Non è escluso che Faggiano ci provi per entrambi. E in quel caso il sacrificato potrebbe essere Emanuele Calaiò chiesto dal Palermo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento