menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco perché slitta il closing

In mattinata un CdA che ha definito una sorta di piano B nel caso i tempi dovessero allungarsi

Jiang LiZhan sarà sicuramente a Parma giovedì (come annuncia una nota ufficiale della società) ma il closing non ci sarà: colpa di tempi tecnici legati al trasferimento dei fondi da Shanghai (sede legale di Desports) in Italia. Tutto sotto controllo fanno sapere da Collecchio. Fonti interne al Parma infatti, confermano come tutto stia filando liscio e secondo le tempistiche che i soci di Nuovo Inizio si erano prefissati. Il ritardo è legato eslcusivamente a tempi tecnici necessari per poter trasferire una cifra vicina ai dieci milioni di euro dalla Cina all'Italia.

Si tratta di fondi importanti che per essere trasferiti bisogna che siano vagliati attentamente prima dal governo cinese secondo norme rigidissime di controllo e autorizzazione. Insomma, quei passaggi formali tipici di tutti gli adempimenti di natura bancaria. L'operazione non è assolutamente a rischio, lo conferma il CdA tenutosi nella mattinata del 5 luglio al quale era presente anche Hernan Crespo, entrato regolarmente a far parte della famiglia Parma. Con lui anche Jiang LiZhang.

Due consiglieri quindi della Desports, in attesa degli altri tre che giovedì saranno con il numero uno di Desports (accompagnato dal suo legale ovviamente) per curare tutti gli aspetti burocratici. Il primo CdA del nuovo Parma inoltre, ha visto le dimissioni accettate dal consiglio da parte di Marco Ferrari (annunciate) e Paolo Pizzarotti, con l'ingresso conseguente di Pietro, il figlio. Nel Consiglio di Amministrazione sarà presente ovviamente anche Luca Carra, che si tiene la sua carica di amministratore delegato, oltre a Paolo Piva, esponente di Parma Partecipazioni calcistiche, confermando che Nuovo Inizio e PPC continueranno a far parte in maniera attiva del progetto.

Il closing slitterà per tempi tecnici, abbiamo detto: ma il Parma, qualora i suddetti tempi dovessero essere estremamente lunghi, ha già un piano B. Ci sarà un passaggio sostitutivo in attesa dell'arrivo dei soldi veri. Sarà presentata una fidejussione, una garanzia bancaria che permetter di ricostituire l'assetto finanziario della società. Detto che un budget già c'è per affrontare la stagione e il mercato, in accordo con LiZhang ovviamente, e che la liquidità è comunque coperta, il Parma non avrà problemi neanche in caso di ritardo delle operazioni. Insomma: l'era cinese è alle porte e sta per cominciar

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento