menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, anche Galliani indagato nella vicenda del fallimento crociato

L'amministratore delegato del Milan, come scrive la Gazzetta di Parma, è accusato di concorso in bancarotta fraudolenta. Al centro delle indagini, ci sarebbe l'acquisto di Paletta, pagato 2,5 milioni di euro

E c'è chi dice che non è finita ancora qui. Perché naturalmente ci si aspettano novità dalle indagini, gli inquirenti stanno lavorando, sottotraccia, senza la ribalta dei riflettori, come ovvio che sia, ma la vicenda del fallimento del Parma non è ancora finita. E potrebbe allagrarsi ancora ad altri personaggi, senza escludere sorprese. Una, di certo, è arrivata in queste ore: come rivela la Gazzetta di Parma, "Nei giorni scorsi dalla procura di Parma sono partite le richieste di proroga delle indagini per l’ufficio del giudice delle indagini preliminari. Galliani, però, potrebbe non essere ancora a conoscenza dell’iscrizione a registro“. L'accusa? Niente dettagli, "Ma è chiaro che bisogna scavare nei rapporti tra le società: al centro dell’accusa ci sarebbe la cessione di Gabriel Paletta. Allora ci fu chi accusò il Parma di aver svenduto uno dei gioielli di famiglia. Si parlò di circa 2 milioni e mezzo di euro sborsati dal club rossonero alla società parmigiana, ma quanto pagò il Milan? E soprattutto la cifra corrispondeva al valore reale del giocatore, o Paletta fu preso “sottocosto”?" Il costo dichiarato è quello di 2,5 milioni di euro, troppo poco rispetto alla valenza del calciatore. E Galliani sarebbe indagato proprio per questo, "contribuendo così ad aggravare il dissesto“. “È chiaro che per portare a processo Galliani bisognerà dimostrare il dolo. Sarà necessario provare che l’amministratore delegato rossonero era a conoscenza della situazione disastrosa del Parma, eppure consapevolmente portò a termine una trattativa che avrebbe fatto incassare al club crociato meno di quanto gli spettasse". Insomma, non è finita qui.

RISPOSTA MILAN - Il Milan interviene con un comunicato stampa sul suo sito ufficiale, per spiegare la situazione dal punto di vista rossonero: "In relazione alle notizie diffuse in ordine all’iscrizione di Adriano Galliani nel registro degli indagati del Tribunale di Parma con riguardo all’acquisto del calciatore Paletta, l’A.C. Milan sottolinea la perfetta regolarità dell’operazione ed è certo che identica sarà la valutazione dei magistrati competenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Inquinamento, bollino verde: niente stop ai diesel Euro 4

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragico schianto in A1 tra due camion: muore un 55enne

  • Cronaca

    Covid, meno di 70 casi e un decesso

  • Cronaca

    I presidi: "Didattica in presenza al 100%? E' un azzardo"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento