menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Sempre più caos, Manenti che fai? E Galloppa lascia la riunione

Messa in mora probabile già da venerdì e Tommasi ritorna per decidere. Domani Cda, giornata chiave per il presidente. Fallimento inevitabile? Intanto Tavecchio incontra in FIGC il Sindaco Pizzarotti e Beretta

Promesse, parole, titoli e zero fatti. L'ennesima giornata di un Parma che sta andando in fumo giorno dopo giorno e che non riesce a svincolarsi da una situazione delicatissima che, al momento, non trova soluzione alcuna. Anche Damiano Tommasi, uno paziente per natura, si è rifatto vivo per cercare di capirci qualcosa. Ha trovato solo dei volti scuri, quasi rassegnati, di chi ormai non crede più a nulla, di chi è sfinito da promesse mai tenute, di chi si sente preso in giro. Fatti zero, bonifici mai arrivati, numero di conti mai verificati. E in più, come se non bastasse, una richiesta di fallimento mossa direttamente dalla Procura di Parma, a cui si sarebbe aggiunto un fascicolo di indagine per i movimenti finanziari del club crociato. I magistrati, secondo Tv Parma, starebbero indagando su un documento grazie al quale la società sarebbe riuscita a farsi anticipare dei soldi da un istituto bancario. Un milione di euro per il credito che il Parma vantava con un'azienda locale.

Il titolare non ne sapeva nulla e la sua firma sarebbe risultata falsa. Ci mancava solo questo, un tassello di un puzzle che perde per strada i pezzi. Ultimo Galloppa, uno dei veterani di uno spogliatoio che si appiglia a false promesse, che nel bel mezzo della riunione lascia tutti e va, stanco di sentire chiacchiere su chiacchiere. Non tanto per i calciatori,  quanto per i presidenti che vivono con la speranza di essere pagati da un nuovo presidente che promette ma non mantiene. quanti dubbi in attesa di un Cda da definire e da eleggere, nel buio totale di parole al vento e zero fatti.  Le ultime indiscrezioni danno per certa la partita con l'Udinese, ma lunedì i calciatori staccheranno la spina e metteranno in mora la società. Distrutta, lacerata, abbandonata. E, dopo aver illuso i calciatori, il presidente Manenti ha dribblato anche i giornalisti che aspettavano da tre - quattro ore lui che parlasse. Dopo essere entrato al centro sportivo per una riunione con tecnico e capitano, manenti non è più uscito.

Tavecchio incontra in FIGC il Sindaco Pizzarotti e Beretta - Intanto il Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio Carlo Tavecchio, in considerazione della grave situazione societaria in cui versa il Parma FC, ha incontrato oggi nella sede di via Allegri a Roma il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il Presidente della Lega di Serie A Maurizio Beretta. Alla riunione ha partecipato in collegamento telefonico il Presidente dell'Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi. Nel corso dell’incontro, è stata espressa la piena solidarietà nei confronti di tutti i tesserati, i dipendenti ed i tifosi del club crociato ed è stato inoltre ribadito il massimo sostegno delle istituzioni calcistiche, nel rispetto del quadro normativo vigente e delle reciproche responsabilità, affinché si creino le condizioni economiche e ambientali che consentano il proseguimento dell'attività sportiva. Nelle prossime ore, il presidente Tavecchio resterà costantemente in contatto con il Sindaco Pizzarotti ed il Presidente dell’AIC Tommasi per verificare ogni possibile sviluppo del caso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento