Cornelius in dubbio per la Fiorentina: D'Aversa prepara il tridente veloce

Se il danese (che si è allenato con un programma differenziato) dovesse dare forfait, pronto il francese dal primo minuto

Andreas Cornelius - foto Ansa

Il rischio di giocare senza un centravanti vero avanza. Il fastidio muscolare che ha obbligato Andreas Cornelius a lavorare in maniera differenziata venerdì, due giorni prima della partita con la Fiorentina, potrebbe tenerlo fuori dalla gara con i viola, in programma al Tardini domenica alle 19:30. I muscoli del danese, messi sotto sforzo dalle quattro partite in una dozzina di giorni, sono sotto stress e Roberto D’Aversa, per evitare di giocare da qui alla fine senza centravanti, vuole cautelarsi. Davanti pesa già l’assenza di Inglese, che sta lentamente rientrando in gruppo, il tecnico crociato non può permettersi un'altra assenza pesante. Vista l’inaffidabilità di Caprari e il rodaggio ancora incompleto di Karamoh, oltre a Siligardi e Sprocati, il Parma deve salvaguardare il suo bomber.

Con il danese, venerdì mattina ha lavorato a parte anche un’altra sorpresa di questa ripresa post-Covid: Vincent Laurini gioca titolare da tre partite, quasi la metà rispetto a quelle giocate prima del lockdown. Il francese ha dimostrato affidabilità e precisione quando è stato chiamato in causa. Scalzando di fatto Darmian nelle gerarchie e imponendosi come prima scelta sulla fascia destra. Domenica anche la sua presenza è in dubbio, o comunque, al di là dell’affaticamento muscolare che lo ha costretto a svolgere un lavoro differenziato, D’Aversa poteva pensare di regalargli un turno di riposo.

Chiamando probabilmente in causa Dermaku, favorito su Darmian, ai minimi storici in maglia Parma. Con l’impiego dell’albanese in posizione di centrale difensivo, come contro l’Inter, toccherebbe a Iacoponi slittare a destra nel ruolo di terzino, ruolo che ha già svolto per un paio di stagioni. In mezzo al campo il turno di squalifica scontato da Kucka contro il Verona ha permesso allo slovacco di ritornare con il serbatoio pieno di benzina. Servirà la forza del jolly ex Genoa per arginare la tecnica della mediana viola. La squalifica di Hernani (diffidato e ammonito a Verona), lo lancia di fatto verso una maglia da titolare con Scozzarella e Kurtic a comporre la mediana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Davanti, detto del dubbio Cornelius, D’Aversa lucida l’argenteria che gli è rimasta a disposizione. Eventualmente senza una prima punta toccherà al tridente tutta corsa e tecnica scalfire le certezze della Fiorentina, messe in ginocchio da una super prova del Sassuolo. Con Kulusevski e Gervinho potrebbe essere arrivato il turno di Yann Karamoh, che a Verona ha assaporato il campo. E’ un’occasione buona per cancellare la macchia del Bentegodi: ha sul groppone il gol di Pessina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento