Parma - Fiorentina, la spiega Balbo: "L'assenza di Biabiany pesa"

Il doppio ex: "La squadra di Montella tiene il possesso e appena può verticalizza. Mi aspetto una gara aperta con due squadre che giocano bene a calcio"

Abel Edoardo Balbo ai tempi del gialloblu - foto: web

"Il mio ricordo più bello di questa sfida? La Coppa Italia vinta con il Parma nella stagione  '98-'99. Non ho segnato, ma mi è rimasto nel cuore quel momento, ahimè, proprio a spese della Fiorentina". Abel Balbo, il bomber implacabile che adesso allena l'Arezzo, è legato a questa sfida, essendo uno dei tanti ex che colorano di viola-gialloblu l'incontro. Un incontro particolare per lui. "Si affrontano due società a cui io sono grato, due tifoserie splendide che mi hanno dato molto. Ho giocato sia a Parma che a Firenze, raccogliendo molte soddisfazioni per il mio lavoro. Non tifo per nessuna in particolare ma auguro il massimo a entrambe. Chi vince? Dico X". 

OCCHIO A MONTELLA - Chissà se quelli del Tardini saranno d'accordo con il pronostico di un leader che ha infiammato i cuori gialloblu, seppur per poco. Balbo non si sbilancia e ora che ha studiato per diventare allenatore, ci spiega quali potrebbero essere le chiavi per leggere una partita difficile sia per l'una che per l'altra formazione: "Armi tattiche ce ne sono tante. Conosco Montella benissimo, ho giocato con lui. Che dire, un grande calciatore con un talento pazzesco che gli ha permesso di segnare tanto. Il suo essere attaccante nato gli porta a concepire un gioco offensivo. Le sue squadre giocano bene ed è a centrocampo che si vincerà la partita. Quello viola è pieno di gente che con il pallone ci sa fare, poi c'è uno come Jovetic quindi... Toni può fare da punto di riferimento e aprire spazi per le verticalizzazioni. Sono convinto che sarà una partita molto bella con lo spettacolo che non mancherà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DONADONI, CHE GRINTA - Se possesso e verticalizzazioni sono i pericoli numero uno per il Parma, che stenta a trovare un uomo gol, quelli per la Fiorentina sono concentrati nella grinta dei ragazzi di Donadoni, "un altro tecnico che fa giocare bene le sue squadre - spiega l'ex attaccante - ". Alle prese con il dubbio Amauri, che forse sarà pronto per la panchina, il mister gialloblu concentrerà i suoi sforzi nel mezzo, per strappare palla e verticalizzare. Chi non ci sarà è Biabiany, assente per un problema al ginocchio: " Questo potrebbe essere un bel guaio per il Parma che fa della velocità del francese un punto importante del proprio gioco. Con lui si perde una buona percentuale in fase offensiva e la rapidità che ha nelle ripartenze, contro una squadra come la Fiorentina abituata a tenere palla, poteva fare davvero male ai viola. Poi, non avendo il Parma un attaccante che garantisca 15 gol a stagione, diventa dura, soprattutto in partite come questa, sbloccare. I giovani attaccanti sono interessanti, ma devono essere più cattivi nei pressi della porta". Se lo dice Abel Balbo!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento