menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Baraye a terra in Parma-Forlì foto: Davide Fornari

Baraye a terra in Parma-Forlì foto: Davide Fornari

Parma, passi in vantaggio e ti nascondi

Secondi tempi 'stanchi': è successo con Albinoleffe e Feralpi ma con il Forlì...

L’effetto D’Aversa? Non è certo finito lunedì sera, come non è finito lunedì sera neanche lo strano campionato del Parma. Che sotto la guida del tecnico ex Lanciano, in dodici partite, ne ha vinte nove e pareggiate tre, l’ultima lunedì sera contro il Forlì. Un pareggio che è costato due punti ai crociati, 5000 euro di ammenda alla società perché ‘propri sostenitori introducevano e facevano esplodere proprio settore un petardo, senza conseguenze; perchè persona non identificata, ma riconducibile alla società, si introduceva indebitamente negli spogliatoi, al termine della gara, e avvicinatasi minacciosamente e con veemenza all'arbitro gli rivolgeva reiterate frasi offensive cercando il contatto fisico, a stento trattenuta da altre persone presenti’ e due giornate di squalifica per Roberto D’Aversa ed Emanuele Calaiò per comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro. L’Arciere salta (a meno che la società non faccia ricorso e lo vinca) la partita con il Mantova e quella con il Fano. Per pensare a come sostituirlo c’è tempo, la settimana è appena iniziata e si spera almeno di recuperare Manuel Nocciolini, alle prese con un infortunio problematico. Intanto la società sta valutando le condizioni per un eventuale ricorso, sta analizzando le motivazioni da portare in sede di discussione per sostenere la propria tesi. Tutto questo mentre il Venezia se la ride di nascosto, magari facendo finta di capire pure il comportamento dei giocatori del Parma che al triplice fischio, mortificati dal pareggio all’89 di Bardelloni, si sono sentiti talmente tanto distanti dalla squadra di Inzaghi che hanno perso la testa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento