Vigilia contro il Verona, Liverani: "Il mercato? Meno male che finisce lunedì"

Il tecnico del Parma: "Mi interessa avere 22, 23 giocatori, con caratteristiche ben precise. Chiuso il mercato ci metteremo a lavorare con quello che abbiamo a disposizione"

Fabio Liverani - foto Ansa

Dal nostro inviato
PARMA - A poche ore dalla chiusura del mercato, Liverani aspetta ancora un terzino destro e delle novità per Dusan Vlahovic, serbo della Fiorentina ancora in corsa. Con Siligardi ai box per un problema muscolare, Kucka non al meglio, Cornelius e Inglese con pochissimi allenamenti e Iacoponi squalificato, la partita con il Verona presenta insidie ancora prima di scendere in campo. Darmian ha chiesto di non essere della partita: "E' un giocatore dell'Inter - dice Liverani in conferenza stampa - non è ancora ufficiale, ma ha dato una grande disponibilità. Non partirà titolare, è giusto dare continuità a chi sarà del Parma anche dopo". Tra i convocati c'è anche Lautaro Valenti: "Viene con noi ma è evidente che è indietro nell'apprendimento. Stare con il gruppo gli farà bene - spiega l'allenatore - che poi fa il punto sul mercato: "Sicuramente mancando due giorni alla fine, la squadra mi è sembrata più attenta e meno distratta. C'è concentrazione, questo stato d'animo ha portato dispendio a livello mentale, sono felice che tra 48 ore finisca, martedì riprenderemo con il gruppo definitivo a Collecchio. Credo che l'essere tosto sia un aspetto mentale, non deve mancare mai questo in una squadra. Siamo stati toccati nell'orgoglio, queste sue sconfitte ci porteranno a fare una partita che ci dia un pochino di convinzione e anche qualche punto in classifica. Cornelius e Inglese hanno dato disponibilità, anche se non hanno i novanta minuti. È un segnale. Credo che per costruire un'identità ci voglia del tempo, abbiamo avuto difficoltà che avevamo messo in preventivo. Abbiamo un progetto a lungo termine, credo che gli investimenti siano stati importanti, questa squadra avrà grandi margini di miglioramento. Affrontiamo una squadra che ha sei punti, noi dobbiamo fare la nostra partita, dobbiamo avere più soluzioni nel giocare. Per un giudizio c'è bisogno mediamente di sei, dodici mesi, credo che il Parma non abbia svenduto ma se dovessero arrivare delle offerte le valuteremo. Mi interessa avere 22, 23 giocatori, con caratteristiche ben precise. Chiuso il mercato ci metteremo a lavorare con quello che abbiamo a disposizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento