Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Parma, Ghirardi: “Venderemo uno o due campioni”. Cassano si allena a parte

Il presidente crociato a Tgcom24: "Difficile trattenere un calciatore con molte offerte"FantAntonio con una fasciatura vistosa alla caviglia, esce e saluta i tifosi, ma si allena da solo in palestra. Biabiany e Mirante con la febbre, Gargano a parte

Ghirardi a Tgcom24, foto da Twitter

CHE PASSIONE PER IL CALCIO - “Una grande passione che parte dal mio paese, Carpenedolo, con una squadra che parte dalla terza categoria e arriva alla lega pro uno. Che soddisfazione, poi la grande avventura in crociato, una bella passione il calcio. Prendere il Parma è stata una scelta difficile e particolare, ma coraggiosa, ho voluto affrontare questa avventura sebbene i primi tempi siano stati difficili, abbiamo dovuto ricostruire una realtà che non c’era più. Bondi mi ha lasciato una società con i conti quasi a posto, ma con sacrifici e costi abbiamo ricostruito la parte sportiva.

RECORD - Abbiamo fatto record su record, abbiamo fatto un lavoro impegnativo e queste cose si ricordano solo se quando finiamo siamo in Europa, noi ci speriamo. La passione per questo sport e la realizzazione di qualcosa di importante, mi hanno spinto nel mondo del pallone, mi sono tolto delle soddisfazioni, poi ci si vuole confrontare con i più bravi anche se c’è difficoltà. Il mio obiettivo è una società sostenibile, senza azionisti. Centro sportivo e impiantistica sono la nostra eccellenza e spero sia un primo passo verso la sostenibilità della società. Il nostro bilancio non è lo stesso delle altre concorrenti, ma è normale, non è normale invece la spartizione dei diritti tv che potrebbe essere basata sulla meritocrazia.

BELLO BATTERE LE GRANDI - L’ambiente fa fare il salto di qualità, non siamo paragonabili alle grandi squadre, ma vogliamo stupire. Ad esempio il centro sportivo è una piccola cittadina, tutti fanno parte di questo centro sportivo, è come se fosse un gruppo vincente e affiatato che fa ottenere dei risultati importanti. La più grande soddisfazione è quando si vince contro le grandi squadre. La settimana poi vola, e abbiamo avuto la fortuna e la bravura di saper vincere con le big. Per me è il massimo, mi da soddisfazione anche chiacchierare con il mister. Grande campione e calciatore, che accetta il dialogo. Cassano ha fatto un salto di qualità nel comportamento. Se andasse al mondiale mi sentirei partecipe di questa spedizione, io stimo Prandelli espero lo porti.

N APOLI, BASTA - Il rigore? Ci stava al 50% e sono orgoglioso che non sia stato fischiato a favore del Napoli sotto la curva, vuol dire che è stato una crescita dell’arbitro dal punto di vista della personalità. Il Parma è stato superiore e ha avuto la meglio sul Napoli, l’arbitro non ha sbagliato e non ha influito sul risultato. Con la Juventus al 90’ c’era rigore per noi, più netto rispetto a quello che chiedeva il Napoli. Noi abbiamo lasciato correre e dopo due domeniche abbiamo beneficiato di una decisione dubbia. Sono due anni che dicono che dobbiamo vendere i nostri campioni ma stiamo avendo risultati sorprendenti. Vedremo alla fine, cederemo uno o due elementi, in base alla richiesta dei club, è difficile trattenere un calciatore quando gli offrono di più. Noi abbiamo un tetto stipendi, un badget totale prefissato a inizio campionato. Cassano guadagna di più, ovvio. Giovinco? Ha lasciato un ricordo importante, ma non bisogna pensare al passato. Siamo concentrati assieme a Leonardi di arrivare in fondo e poi analizzare il mercato. Il Mondiale? Abbiamo un buon organico, faremo bene”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, Ghirardi: “Venderemo uno o due campioni”. Cassano si allena a parte

ParmaToday è in caricamento