menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ALLA SCOPERTA DEL GUBBIO | La voglia di rivalsa di Casiraghi

Il trequartista aveva sostenuto un 'provino' con il Parma, ma Galassi e Minotti non erano convinti per questioni tattiche

180’’ secondi di ordinaria follia, tre minuti per gettare all’aria una partita che fino a 18’ dalla fine era in tasca, sotto controllo. Il Gubbio si è praticamente buttato via, in casa contro il Teramo ha perso una partita incredibile e, insieme, l’occasione di incrementare una classifica già bella, che poteva essere splendida dopo 11 turni. Colpa del 5-1 incassato a domicilio, insiegabile contro un avversario non irresistibile, che in pochi istanti ha ribaltato una partita quasi mai in discussione, concludendola con una cinquina che ancora fa male. Detto che a Gubbio, comprensibilmente, hanno altro da pensare, ben più serie che con il calcio non hanno nulla a che vedere, i ragazzi di Magi cerca di riprendersi dal colpo che il Teramo gli ha inflitto. 19 punti che potevano essere 22, 17 gol fatti e 12 subiti, cinque di cui nell’ultima uscita da brividi. Uno in più rispetto al Parma che ha gli stessi gol fatti della squadra di Magi, che l’anno scorso a San Sepolcro ha già avuto modo di battere i crociati. Era un altro Parma, un altro Gubbio. Finì 2-1, con tanti rimpianti per il Parma che subì la prima sconfitta.

L’allenatore era sempre Magi, amante del gioco offensivo. 4-3-1-2 basato sulle giocate del trequartista e sugli inserimenti delle mezzali,brave anche a verticalizzare. I 19 punti non sono un caso, ovviamente, anche se l’obiettivo del tecnico pesarese resta la salvezza, a suo dire. Quattro anni alla Maceratese che ha portato in Lega Pro senza nessuna sconfitta, poi Gubbio, promozione al primo tentativo e rinnovo meritato.

La stella è Daniele Casiraghi, in orbita Parma anche durante il mercato. Qualche giorno il ragazzo lo ha trascorso anche al centro sportivo, così, per provare a convincere lo staff tecnico del Parma. Che non ci ha creduto e ha finito per perdere di vista un ragazzo interessante. La dirigenza ha puntato altri obiettivi, mancandoli e si è trovata senza centrocampista, nonostante la folle corsa. Già due gol e un assist quest’anno gioca da trequartista ed è l’oro di Gubbio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento