menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, Inglese si ri-presenta: "So cosa vuol dire lottare per salvarsi"

Il giocatore ex Chievo si è fatto conoscere domenica contro l'Udinese: "Anche se vengo dal Napoli il mio habitat è quello di un calcio 'sporco', dove bisogna lottare per salvarsi"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Roberto Inglese in realtà si è già presentato domenica, con un gol capolavoro che ha lanciato la volata del Parma verso la salvezza. "Volevo ringraziare il direttore e il mister - dice l'attaccante - con tutta la società per avermi dato questa opportunità. Mi sono trovato benissimo sin da subito. Fino a maggio ho lottato per salvarmi con il Chievo, so cosa vuol dire giocare per un punto, fino all'ultima giornata. Anche se vengo da una squadra importante come il Napoli, credo che il mio calcio sia ancora quello 'sporco' dove bisogna lottare su ogni palla. Obiettivi personali? No, non mi sono mai imposto un numero di gol da segnare. Credo venga prima la squadra poi il singolo.  Vogliamo centrare l'obiettivo che ci siamo prefissati che è la salvezza, poi tutto il resto, compreso i discorsi da fare a maggio, li vedremo dopo. Devo ancora integrarmi con la squadra e raggiungere la forma fisica migliore, devo imparare ancora a dialogare con i compagni. Sono un attaccante a cui piace muoversi, dò sempre una mano, non mi piace stare fermo. In qualsiasi modo in cui mi servono cercherò di essere cinico e decisivo, non cambia nulla per me. Quando il direttore mi ha chiamato - continua Inglese -  non ci ho pensato due volte ad accettare la proposta. Il Napoli è una grande squadra, ho trascorso un mese lì ma il mio habitat è ancora un calcio dove si lotta e si lavora. Io 85 milioni? Prezzi da Play Station e da fantacalcio. De Laurentiis mi vuole bene, ma sono un giocatore normale che ha fatto bene per tre anni, devo ancora dimostrare molto. Certo, la prima è andata bene, ma giocare in uno stadio nuovo per un giocatore è sempre emozionante. Avevamo tutto per vincere, volevamo regalare la vittoria ai nostri tifosi ma ci teniamo stretto il punto meritato". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento