menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, Insigne è felice: “Aspettavo da tanto questo momento”

L’esultanza sfrenata dell’attaccante scarica le tensioni accumulate in queste settimane: “Il gol l’ho dedicato a mia figlia

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Aveva cominciato dalla panchina anche contro il Pescara, era entrato e aveva dato brio e freschezza a un attacco che una settimana fa ha finito senza segnare. Aveva convinto con i suoi strappi e la sua forza e aveva anche sfiorato il gol. Stavolta è stato decisivo, contro l’Entella si è fatto trovare pronto e oltre al primo centro stagionale ha servito anche l’assist a Calaiò per il 2-1 con estrema lucidità. Roberto Insigne può essere un’arma in più per un Parma che ha fatto grande fatica fino a qui. Soprattutto nelle giocate offensive e  negli attaccanti che dopo dieci giornate sono riusciti a fare gol su azione. “Sono contento - dice Insigne perché lavoriamo duramente in settimana e sabato ci siamo sbloccati. Adesso dobbiamo continuare così perché il campionato di Serie B è estremamente equilibrato e se facciamo bene poi possiamo veramente svoltare. Nella mia esultanza c’erano rabbia e tensione accumulate nell’ultimo peiorodo, l’abbraccio del mister mi ha fatto piacere, io sono a disposizione e se lui mi dà fiducia cerco sempre di ripagarlo. Se gioco titolare contro il Foggia? Non lo so, so solo che darò il massimo per il Parma e per me stesso. Sabato ho cominciato largo, poi mi sono messo dietro Calaiò per dargli una mano e mi sono trovato benissimo. Avevo sfiorato il gol qualche partita fa ma adesso ci sono riuscito e spero di non fermarmi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento