Parma - Inter 1-0 | Sansone fa solo gol pesanti. Nerazzurri, notte fonda

Alla mezzora corsa di 30 metri e destro a fil di palo che si insacca alle spalle di Handanovic. Inter lenta e impacciata, incassa il colpo e fa fatica a reagire

L'esultanza di Sansone dopo il gol-TM News Infophoto

"Potete aspettarvi di tutto" aveva detto Donadoni durante la conferenza stampa di vigilia. Bene, non è che ci sia stato questo stravolgimento clamoroso. La difesa a quattro, a proteggere Mirante, ritrova Zaccardo, capitano, con Rosi e Gobbi larghi sugli esterni. Acquah sostituisce Parolo squalificato, con Valdes recuperato in regia. Sansone fa il terzo in attacco, con Biabiany e Amauri  che tengono larghe le maglie nerazzurre, a tre con Ranocchia, Samuel e Juan Jesus, e costringono Zanetti e Nagatomo sulla linea difensiva per avere la superiorità in mezzo al campo, favorendo gli Rosi che trova spazi invitanti.

IL MATCH - Lo crea lui il primo pericolo, con Amauri che ci mette la gamba, trovando la manona di Handanovic, pronto con i riflessi. L'Inter fa la gara, ma il Parma non guarda affatto e aggredisce cercando spesso Biabiany, spina nel fianco sinistro dell'Inter, il più martoriato. Juan e Nagatomo lo lasciano scoperto e Alvarez aiuta poco. Guarin, ritrovato, spiega il mezzo passo falso contro il Cagliari. La sua assenza ha pesato, Milito e Palacio non sono i soliti, e allora il colombiano decide di fare tutto da solo, prima con un tiro da fermo, poi addirittura da centrocampo, con Mirante che guarda la palla. Il più intraprendente, cerca spesso i compagni che non sono attentissimi.Lo è Handanovic, bravissimo come al 3', a sventare un colpo di testa di Amauri su invito di Biabiany, mai preso da Juan. La testa di Cambiasso e la mano di Mirante, ottimo come il collega, nel deviare il suo tiro, sono l'immagine di una gara in cui le emozioni sono poche davvero. A parte una deviazione anche per Biabiany che diventa imprendibile per chiunque quando decide di fare tutto da solo. Al 44' il suo tiro gira troppo.

LE PAGELLE

Cerca di addrizare la mira  ma non gli va bene neanche stavolta, con il suo colpo di testa che termina di fuori poco su un ottimo inserimento. Corse e rincorse, troppo per Juan. Il suo predominio viene interrotto da qualche calcione e da una fiondata del solito Guarin che spezza l'assolo di un Parma che ha preso in mano la gara. Alla mezzora la carta vincente di Donadoni cala l'asso. Sansone, dopo 30 metri di campo con la palla al piede, scarica la sua rabbia alle spalle di Handanovic, e va a prendersi gli applausi della Nord. Come Benalouane che al 40' sfiora il raddoppio, ma Handanovic è bravo a deviare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento