Sport

Parma-Inter 2-0. De Ceglie strega il Tardini. Cassano show

Con gli uomini contati, sempre più, l'allenatore crociato si gioca tutto contro i nerazzurri di Mazzarri, che ritrova il "nemico" FantAntonio, in coppia con Coda davanti. In difesa rientra Lucarelli

E una notte magica quella che vive il Parma, come il 18 maggio. Si respira aria di grande sfida, si torna a vincere e si torna a sperare. Con il gioco vero, con il cuore e con la grinta goista. Il Parma va subito in vantaggio, con De Ceglie che chiude di piatto su assist di Rispoli. Obi non lo segue e l’esterno sinistro insacca facile. Acquah ha l’opportunità di ammazzare la partita, al 9’, ma il suo tiro finisce altro e fuori dai radar di Handanovic.

IL MATCH - Il Parma comincia bene, ma perde subito Coda, sospetta distorsione al ginocchio sinistro, al suo posto Ghezzal, con i nerazzurri che faticano ad entrare in partita. Kovacic è chiuso, Medel ha a che fare con un bruttissimo cliente come Acquah e Kuzmanovic non lo aiuta. E la prima palla giusta arriva al quarto d’ora con Obi che prova a fare lo stesso che ha fatto De Ceglie, senza trovare Icardi. Mazzarri soffre un Parma che gioca a specchio e corre, pressa e tira in porta. Cassano, alla mezzora, trova la soluzione del tiro da fuori, ma Vidic la devia e Handanovic rimane fermo. E’ solo angolo, ma l’Inter rintuzza e il Parma ci mette il cuore, che non si era mai visto. Lotta su tutti i palloni, sbarra la strada e serra i ranghi come in un duello rusticano. Faccia a faccia, scontri e duelli d’altri tempi per una partita che si incattivisce. Cassano rincorre tutti e la squadra lo segue ovunque. Nel secondo tempo il Parma posa le armi e aspetta l’Inter, con Cassano che semina spettcolo ogni volta che tocca la palla. Mazzarri scombina lecarte, toglie Obi e si affida a Hernanes con un 4-3-1-2 che lancia a volte il profera, altre Kovacic. Ma non è mai pericolosa, tranne che al 66’ con Palacio che calcia alle stele una bella palla di Icardi. L’Inter si sveglia tardi, Kovacic gioca ma gli altri non si muovono e con un tiro da fuori e becca il palo. Entra pure Bonazzoli, ma segna De Ceglie, sfruttando la deviazione della difesa dell’Inter su tiro di Cassano. I nerazzurri si sciolgono, rischiano la goleada e con Cassano vanno in apnea, sempre. De Ceglie davvero indemoniato, sbatte su Handanovic e poi esce prendendosi l’applauso di uno stadio intero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Inter 2-0. De Ceglie strega il Tardini. Cassano show

ParmaToday è in caricamento