Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport

Parma Inter 3-1 | Tripudio gialloblu nella gara perfetta: aria d'Europa

Secondo tempo da incorniciare per i crociati, con Giovinco e Biabiany che guidano la rimonta cominciata da Marques. Inter imbarazzante, lascia al Tardini le residue speranze per l'ingresso in Europa

L'esultanza gialloblu in occasione del 2 a 1 - Tm News Infophoto

L'effetto Stramaccioni svanisce mentre quello Donadoni continua. Quinta vittoria consecutiva, coincide con la prestazione più bella della stagione. E che bello il finale, da non credere. Dopo aver subito il ritorno dell'Inter, il Parma si rimette in piedi e comincia un tiro a bersaglio imbarazzante, approfittando dei gentili regali di Lucio e compagni. L'anno scorso lo scudetto, quest'anno la Champions, l'Inter continua ad inciapare al Tardini. Donadoni può essere soddisfatto perchè la sua squadra ha mostrato una tempra davvero importante. Reazione e voglia di vincere, buon gioco e tante occasioni. 3 a 1 che sta stretto ai gialloblu. Sorprende Donadoni, lo fa inserendo nella formazione di partenza Marques, che in tutto il campionato ha giocato poco meno di 20'. Floccari si è fermato durante la rifinitura, il tecnico crociato vuole mettere in difficoltà l'Inter senza dare alla propria difesa nessun punto di riferimento. L'imprevedibilità di Giovinco deve fare il resto. Supportato da un centrocampo pieno di corsa e qualità, la Formica deve vedersela con la difesa nerazzurra che, nell'era Stramaccioni ha sempre subito gol tranne che nel pareggio scialbo di Firenze. Sorprende Donadoni, lo fa inserendo i due ex sulle fasce, come nel secondo tempo di Palermo, quando Modesto si è accomodato in panchina per fare posto a Biabiany, con il conseguente trasloco di Jonathan sulla sinistra. Sarà il francese ad occuparsi di Maicon, cercando di contrastare la sua velocità. Valdes muove i fili di un reparto che ha ritrovato smalto, Galloppa e Valiani mordono. Zaccardo ha recuperato la sua posizione, Paletta e Lucarelli lo affiancano. In porta Pavarini. L'Inter, più che mai intenzionata a conquistare l'accesso in Champions, si affida alla vena ritrovata di Snejder e Alvarez, potendo contare sulla grinta di Stankovic e la profondità di Milito.

IL MATCH - Partita ch regala subito spunti importanti. Il duello Maicon-Biabiany è una delle chiavi di lettura più interessanti, con il francese arma tattica fondamentale. L'Inter attacca passando dai piedi buoni delle sue mezze punte, con Cambiasso e Stankovic chiamati ad interdire. Il Parma resta quadrato e cerca di approfittare delle corsie laterali, pressando alto e cercando di approfittare degli spazi lasciati dai nerazzurri soprattutto a sinistra, dove l'aiuto di Obi latita. Valdes lo capisce e spaventa subito Julio Cesar con un tiro che termina di poco alto. Ma, al 13' il cileno la combina grossa quando si addormenta sul pallone nella tre quarti avversaria e se lo fa soffiare da Alvarez che avvia il contropiede finalizzato da Snejder, bravo a sfruttare una palla di Stankovic probabilmente indirizzata a Milito. Il Parma, che ha cominciato bene la partita, prova a scuotersi di dosso il gol subito e lo fa affidandosi a Valdes, attento a distribuire gioco e bravo a pescare Giovinco, troppo solo. Marques fatica, Biabiany deve stare attento a Maicon e il gioco trova sfogo sulla destra, dove, sul finire del primo tempo, Biabiany prova a fare male ma non ci riesce.

Tutta un'altra storia nella ripresa, merito di un avvio arrembante del Parma e di Lucio, che regala una palla innocua a Giovinco, bravo nel crederci e altruista nel servire Marques, alla prima firma in gialloblu. Facile il tap-in dello spagnolo, come facile il 15° gol di Giovinco, che realizza sul filo del fuorigioco, sfruttando un lancio di Galloppa e un buco difensivo clamoroso. Inizio da incubo per i nerazzurri, con il Parma che si diverte e quasi nel palleggio. Stramaccioni prova a cambiare le carte, l'Inter ha accusato l'1-2. Zarate e Pazzini per Stankovic e Alvarez e qualcosa si vede. Il Pazzo sii divora il go del pari, con un destro altissimo, Zarate pure, sfiorando la traversa. Snejder alla mezz'ora dà l'illusione del gol, ma il suo destro sfiora il palo. Il gol vero lo segna Biabiany, con una galoppata delle sue. Poi il tiro a bersaglio, con Valdes e compagni a sparare su Julio Cesar e a far divertire un pubblico in visibilio.

LE PAGELLE

IL TABELLINO DI PARMA-INTER 3-1

PARMA 3-5-2
1Pavarini, 5Zaccardo, 29Paletta, 6A. Lucarelli, 7Biabiany (dal 39' s. t. 23Modesto), 80Valiani (dal 30' s. t. 33Santacoce), 17Valdes, 8Galloppa, 2Jonathan, 10Giovinco, 32Marques (dal 19' s. t. 21Okaka)
A disp: 92Gallinetta, 4Morrone, 22Palladino, 24Musacci
All. Donadoni

INTER 4-3-2-1
1Julio Cesar, 13Maicon, 6Lucio, 25Samuel, 55Nagatomo dal 1' s. t. 37Faraoni), 5Stankovic (dal 14' s. t.  28Zarate), 19Cambiasso, 20Obi, 11Alvarez (dal 26' s. t. , 7Pazzini), 10Snejder, 22Milito
A disp: 12Castellazzi,, 18Poli, 23Ranocchia, 41Duncan
All. Stramaccioni

Arbitro: Sig. Orsato di Schio
Marcatori: al 13' p. t. Snejder (I), al 7' s. t. Marques, al 9' s. t.  Giovinco (P), al 38' s. t. Biabiany (P)
Ammoniti: al 20' p. t. Obi (I), al 33' p. t. Marques (P), al 46' p. t. Maicon (I), al 19' s. t. Valdes (P), al 42' s. t. Galloppa (P)
Espulsi: nessuno

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma Inter 3-1 | Tripudio gialloblu nella gara perfetta: aria d'Europa

ParmaToday è in caricamento