rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Sport

Parma, investimenti cinesi limitati e non proibiti. E dalla Cina...

Si attende la chiusura della trattativa che dovrebbe portare Desports a detenere il 60% delle quote societarie

Il silenzio è d'oro, dicevano i latini. In certi casi fa rumore e preoccupa. Come nel caso del silenzio tranquillo di Desports, il gruppo di Jiangh Lizhang che ha comprato il 30% del Parma e che dovrà ufficializzare la chiusura dell'accordo per l'acquisizione della maggioranza, per la quale si aspetta solamente l'ufficialità. Affinché Desports abbia il 60% delle quote e dunque il comando delle operazioni, è stato stipulato un accordo, lo scorso luglio, che contiene una serie di scadenze, tra l'altro già saldate anticipatamente, che porteranno al passaggio di proprietà in maniera ufficiale fissato per il mese di ottobre, quando Desports sarà proprietaria del Parma con la maggioranza delle quote nel pacchetto azionario della società. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, investimenti cinesi limitati e non proibiti. E dalla Cina...

ParmaToday è in caricamento