menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paletta contro Tevez in uno scontro passato - foto Tm News Infophoto

Paletta contro Tevez in uno scontro passato - foto Tm News Infophoto

Parma-Juventus 0-1 | Crociati belli ma sconfitti, si arrendono solo a Morata

Sfortunati, i ragazzi di Donadoni salutano la COppa ITalia. Con una buona prestazione, perché tenere testa a questa Juventus è difficile. Buona nel complesso la prova, peccato che Donadoni non abbia un attaccante. De Ceglie va alla Juventus

Un sogno sfiorato per 88', un'impresa accarezzata e tanto rammarico. Morata entra e spezza la partita, il Parma senza attacanti fa quel che può e saluta la Coppa Italia con onore, ricevendo gli applausi della curva. A tratti non sembrava nemmeno essere il Parma, che parte bene, con un piglio aggressivo limita la Juventus nel palleggio e cerca di rispondere colpo su colpo alla squadra di Allergi. Pepe e Koman spaventano Mendes, uscito per un guaio muscolare, e Gobbi, che si becca pure un giallo. Ma tutto sommato il controllo degli avversari e qualche sprazzo di bel calcio si intravede. Se non altro, il Parma colpisce per l'animus pugnandi, che fino a qui è venuto meno tante volte. In campo, Lucarelli e compagni, prima del fischio di inizio, si stringono in cerchio e provano a gettare il cuore oltre l'ostacolo. Pronti via il primo squillo è di Galloppa, con un sinistro da fuori che sa di coraggio. Come coraggioso è Palladino, che ci prova con un buon destro che sorvola la porta di Storari. Il tridente del Parma tiene impegnata la retroguardia bianconera, che senza Bonucci fa un po' fatica quando ha la palla tra i piedi. Galloppa dirige bene, aiutato da Mariga e Nocerino, con Rispoli che orre per tutti e spesso a vuoto. Non quando, sul tramonto della prima frazione, si coordina e raccoglie una buona palla da sinistra e la incoccia bene. Peccato che trovi la difesa della Juventus che, un attimo prima del the caldo, coglie il palo con Pepe.

LE PAGELLE

Il Parma tiene la palla, la gioca in una maniera sicura e non vuole arrendersi. Sa che non può permettersi di lasciare il campo agli avversari, e peccato che non abbia un centravanti di ruolo. La Juve ne ha uno in panchina, Morata, Donadoni no, non si fida di Pozzi e fa viaggiare il tridente che macina gioco ma non concretizza. Solo occasioni potenziali, con un colpo di testa di Paletta e un'altra conclusione di Rispoli che accompagna l'azione. E Rodriguez è scatenato, recupera palla e si propone in avanti, a testimonianza della grande voglia di giocare a calcio. La Juventus non ha messo paura, ma alla fine l'ha spuntata con Morata che, appena entrato, tocca una palla e la butta dentro. Il calcio è questo, se non segni non vinci, e ti rimane solo il rammarico di aver giocato bene. All'88' si scioglie il sogno dell'impresa, ma onore sta volta, almeno, con onore.

LA DIRETTA

parma-fc-logo-cd101 (1)-2-2-3PARMA 4-3-3: 83Mirante 6, 4Mendes 5,5 (dal 31' 27Santacroce 6), 29Paletta 6,5, 6Lucarelli 6,5, 18Gobbi 6, 31Mariga 6,5, 14Galloppa 6, 23Nocerino 5, 33Rispoli 6 (dal 89' 26Varela sv), 17Palladino 6, 24Rodriguez 7

juventus-5JUVENTUS 4-3-3: 30Storari 6, 26Lichtseiner 5,5, 5Ogbonna 6, 22Padoin 6, 23Vidal 5 (dal 71'6 Pogba 6), 21Pirlo 6, 8Marchsio 5, 7Pepe 6 (dal 89' 4Caceres sv), 11Koman 6,5 (dal 76' 9Morata 7), 14Llorente 5

?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento