Parma, Leonardi: "Il ritiro si terrà a Collecchio. Paletta rimane, arriva Mastriani"

"Con forza possiamo dire che il difensore può rimanere con noi, così come Biabiany. Non vogliamo smantellare la squadra - ha dichiarato l'ad crociato a Calcio & Calcio"

Pietro Leonardi, amministratore delegato del Parma

Ospite alla trasmissione sportiva Calcio & Calcio di Teleducato, l'ad Pietro Leonardi ha espresso tutta la sua amarezza per i fischi alla squadra arrivati dai tifosi contro il Bologna in quella che è stata l'ultima gara casalinga della stagione prima del felice epilogo di Palermo e la conquista del decimo posto. Il direttore gialloblù ha manifestato delusione per le poche presenze al Tardini lo scorso 12 maggio (ma non solo) in occasione del pre partita dedicato alle celebrazioni del ventennale di Wembley, ricordando che l'evento (apprezzato da tutti i protagonisti e giudicato positivamente anche a livello nazionale) è stato realizzato con le sole forze del club, senza sponsor, e che la società ha deliberatamente deciso di non lucrare sui festeggiamenti per la storica ricorrenza. Leonardi ha evidenziato come il Parma Fc anche in questa stagione abbia agevolato l'ingresso allo stadio di quasi 10 mila bambini (tra scuole dell'obbligo e scuole calcio) senza contare le altre migliaia di biglietti omaggio concessi in tutti i settori. Tagliandi che pesano sul bilancio del club come mancati introiti. L'amministratore delegato ha inoltre sottolineato i prezzi popolari applicati dal club: gli abbonati storici della Curva Nord hanno pagato quest'anno una media di poco più di 7 euro a partita. Parlando poi di giocatori, visto che al termine della stagione il tema forte della trasmissione televisiva era ovviamente quello del "pagellone" finale, Pietro Leonardi ha esaltato il rendimento di Mirante, strepitoso anche nel primo tempo di Palermo, definendolo un "lusso per una piazza come Parma" e le doti tecniche di un regista dai gol spettacolari come Valdes. Parlando della prossima stagione infine, il dirigente crociato, rifiutando il paragone con il precedente sfortunato dell'era Cagni (visto che non c'erano allora le moderne strutture offerte dal nuovo centro direzionale) ha annunciato che il ritiro estivo si farà a Collecchio e che sarà preceduto, coma l'estate scorsa, da un pre ritiro al mare. Infine Leonardi ha lanciato un appello a tifosi e media locali affinchè, in un anno importante come quello del Centenario, si facciano promotori di un clima di positività intorno ad una squadra che, come tutte del resto, ha bisogno per migliorarsi sempre di più e per poter crescere, del suo pubblico allo stadio e di sentire intorno a sè calore ed entusiasmo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda il mercato, Leonardi non ha intenzione di smantellare la squadra o sacrificare i pezzi migliori come Paletta, Belfodil e Biabiany: "Il difensore può rimanere con noi, è un elemento imprescindibile del prossimo Parma, così come lo sono Mirante e Amauri. Biabiany è un giocatore che bisogno di stare a Parma, deve rivalutare una stagione che è stata altalenante, lui sa di avere qualità importanti. Mi chiedo come mai non si dà tanta importanza a un portiere che da quattro anni difende alla grande la nostra porta e ha commesso solo cinque errori. Io credo che Agazzi sia un pelo sotto Mirante così come Paletta credo che sia molto più forte di tanti altri, mi chiedo perché non hanno posto in Nazionale". Sul mercato in entrata: "Cercheremo uomini di personalità, e soprattutto rinforzarci dal punto di vista difensivo. Mastriani sicuramente, Battaglia no. L’argentino doveva arrivare a gennaio, ci ha pensato troppo e noi abbiamo pensato ad altro"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento