menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto D. Fornari

Roberto D'Aversa - foto D. Fornari

Parma-Livorno 2-1 | Nocciolini completa la rimonta

Il gol dell'attaccante di Piombino regala il vantaggio ai crociati

Il Parma vince in rimonta la prima partita dell’anno che – seppure amichevole – ha dato spunti interessanti a D’Aversa per poter lavorare anche in ottica mercato. Dopo il gol di Doumbia (al 52’), ha pareggiato Iacoponi (59’) e Nocciolini ha completato la rimonta (80’) confermando che la sua voglia di gol non è affatto sopita.

PRIMO TEMPO - Gara soporifera, ritmo da amichevole post vacanze. Le uniche occasioni del primo tempo sono del Livorno che prima con Vantaggiato alla mezz’ora, poi con Doumbia innescato da un errore di Mazzocchi, impensieriscono Frattali. Il pomeriggio tranquillo di Gigi viene infatti disturbato dal numero dieci toscano ex Parma che in diagonale con il mancino esalta l’ex numero uno dell’Avellino, che respinge a lato. Il 4-3-3 del Parma è identico per atteggiamento a quello che tante volte abbiamo visto nel 2017: compatto e serrato nelle sue fila, poco pungente davanti con il solo Calaiò che gestisce molti palloni nel deserto sbagliandone molti. Insigne e Baraye non vengono quasi mai azionati e la partita la fa spesso la squadra di Sottil che gioca con personalità e prova ad alzare i giri di un motore per forza di cose impallato.

SECONDO TEMPO - Nel secondo tempo D’Aversa mette mano alla panchina, com’era prevedibile e rivoluziona tutto: dentro Dini, Sierralta, Lucarelli, Barillà, Vacca, Scavone, Nocciolini, Da Cruz e Di Gaudio, fuori Frattali, Mazzocchi, Di Cesare, Ramos, Munari, Scozzarella, Insigne, Calaiò e Baraye. Restano in campo solo Iacoponi e Dezi che qualcosa in fase di non possesso ha mostrato. Così come Calaiò solo davanti a con voglia di fare. Il Parma pigro del primo tempo sembra non esserci più. Almeno all’inizio con Da Cruz che strappa subito applausi quando va incontro al pallone messo in mezzo da Scavone. Impatta bene di testa ma Mazzoni ci arriva. Fa la prima punta il giovane olandese che accende subito i tifosi. Il Parma è ancora un po’ fermo sulle gambe e, dopo l’illusione di aver ritrovato freschezza cade al primo affondo del Livorno. Doumbia libero in area può mandare in porta il pallone che arriva da sinistra per il vantaggio dei toscani che si confermano squadra in forma e con grande gamba.

Il Parma non ci sta e dopo pochi minuti pareggia con Iacoponi. Calcio d’angolo di Vacca, liberato dalla difesa crociata con il difensore pronto a ribadire in rete con il destro. D’Aversa rimescola le carte e inserisce Frediani per Dezi, con l’esterno romano che si mette a fare il terzino sinistro. Qualcosa nel Parma cambia, la verve di Nocciolini e la freschezza di Di Gaudio – che dà sempre l’impressione di poter fare di più – servono a tenere lì il Livorno che dopo aver incassato il pareggio subisce anche il gol dello svantaggio con Nocciolini che, servito da Da Cruz, insacca per il 2-1. Da Cruz che prima non era stato freddo davanti a Mazzoni e che non ha chiuso dopo, in prossimità del 90’, la partita. L’olandese lanciato a rete è stato stoppato dall’ottimo Mazzoni che ci ha messo una pezza anche nel secondo duello.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento