menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crespo sicuro: “Parma, Lizhang è la persona giusta”

Il vicepresidente: “Sarò sempre a disposizione. Farò di tutto per il bene di questa squadra”

Hernan Crespo rompe il silenzio. Dopo la firma che ha sancito la cessione del 61% delle quote del Parma Calcio alla società Despors e la nomina del nuovo presidente Lizhang l'ex giocatore del Parma ha fatto il punto della situazione. Il vicepresidente è soddisfatto per un percorso nato nel novembre di un anno fa: "Sono come una ruota di scorta, farò di tutto per il bene della società". 

Come è iniziato il percorso che ha portato alla svolta epocale, avvenuta ieri pomeriggio? 

"Questo percorso è iniziato mentre parlavo con il futuro nuovo presidente Lizhang a Shiangai. Io mi sono occupato di fare da tramite, ho chiesto a Marco Ferrari la disponibilità della società a cedere e ora il matrimonio è fatto. C'è stato tanto lavoro da fare, un lavoro affrontaro con tranquillità: c'erano persone serie da entrambe le parti. Diciamo che in un matrimonio, quando tutti si comportano bene, è molto semplice stare in mezzo. Sono sinceramente contento e soddisfatto: sono stato l'ultimo a chiudere la porta due anni fa: ora rientro prepontentemente in questo progetto ma nessuno me lo ha chiesto. L'ho fatto perchè tengo alla squadra e alla città. Indipendetemente da quello che farò il Parma potrà sempre contare su di me". 

Il presidente Lizhang si è emozionato dopo la firma? 

"Lizhang conosce perfettamente la storia di questo Parma: lui si è scelto un low profile, ovvero parlare poco e andare ai fatti. Io continuerò a comportarmi così, per lasciare spazio ai protagonisti sportivi, al Mister, ai giocatori e a Daniele Faggiano. Noi siamo qui per supportare, per consigliare, per dare conforto. Mi vedrete poco sotto i riflettori: preferisco che ora siano altri a farsi fare le foto. Ho avuto i riflettori addosso per molto tempo durante la mia carriera calcistica. Sono tranquillo e in pace con mè stesso: sono sereno ed orgoglioso e probabilmente ora la ferita inizia a chiudersi"

Quale sarà il tuo ruolo all'interno della società? 

"Il mio ruolo sarà essere da parte della società e garantire la serenità. Dico che sono una grandissima ruota di scorta, se mi volete chiamare vicepresidente va bene. Sono una ruota di scorta per qualsiasi cosa di cui il Parma possa aver bisogno. Porterò anche l'immagine del Parma all'estero, sarò sempre a disposizione indipendentemente  dall'organigramma. Il matrimonio ormai è consumato e io sono contento". 

Potrebbero esserci degli scambi con la squadra cinese? 

"Queste sono decisioni del Presidente, che vanno valutare strada facendo. E' chiaro che in un futuro, a livello tecnico e anche ad altri livelli, sarebbe bello trovare sinergie tra le squadre. Mi vedrete molto poco parlare, il presidente vuole i fatti. Vorrei che il Parma fosse la cosa importante, nessuno è più grande del Parma Calcio". 

Che idea di calcio ha Lizhang? 

"Nel calcio cinese per prima cosa hanno comprato i grandi giocatori, un'azione d'impatto. Dopodichè hanno iniziato a parlare di settori giovanili, di Academy, hanno l'obiettvo di portare la nazionale cinese al Mondiale. Vogliono scrivere la storia: loro vogliono iniziare la loro. Quando Lizhang parla di Collecchio e di Tardini a me fa molto piacere: avere un presidente che parla di strutture e di settore giovanile mi tranquillizza molto: sapevo che era una persona con una certa progettualità. Fino a quì ho fatto il mio lavoro: ora vediamo il secondo step. Il tempo parlerà. Non so dire cosa farò tra quattro o cinque anni: vivo alla giornata. Indipendetemente dalle cariche io sono a disposizione: oggi sono vicepresidente e probabilmente continuerò ad avere questo ruolo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento