menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto: Parmacalcio 1913

foto: Parmacalcio 1913

Parma, Lizhang si presenta: "Con una visione condivisa torneremo in A"

Il presidente cinese si presenta: "Non sono qui per rivoluzionare gli assetti societari. Con uno sforzo comune il Parma risorgerà come un gigante e ritornerà in Serie A"

C'è attesa, c'è tensione nella sala stampa del Tardini. Il cambiamento epocale che ha coinvolto l'ambiente e la città si avverte nel coinvolgimento emotivo di tifosi, addetti ai lavori e soprattutto nei soci di minoranza che occupano le prime file della platea. La conferenza stampa è presieduta da Luca Carra, da Jiang Lizhang e da un'interprete che traduce le parole del Presidente elegantissimo e sorridente, che si esprime in cinese. Un applauso al suo arrivo rompe il silenzio e l'attesa: "Come tutti sapete - dice Luca Carra all'avvio - mercoledì 15 npovembre Lizhang è diventato ufficialmente il presidente del Parma Calcio, abbiamo concluso l'iter che li ha portati ad avere il 60% delle quote azionarie. Sarà una conferenza breve per via degli impegni fitti del presidente che domani sarà a Parigi". 

Si apre con un 'Forza Parma' il saluto di Jiang Lizhang che per la prima volta siede da Presidente nella sala stampa dello stadio Tardini, quella che sarà la sua casa per i prossimi anni. "Voglio darvi il benvenuto, mi scuso perché per impegni la conferenza sarà breve. Ma tornerò per vedere Parma-Ascoli e sono sicuro che avremo molte occasioni di vederci.  Ho dato la priorità a incontrarvi perché sono divenuto il nuovo presidente del Parma. Voglio salutare i giornalisti, i tifosi presenti e tutti quelli nel mondo. È un giorno emozionante, è un grande onore assumere questa carica in un club con la storia gloriosa del Parma. Attraverso comunicazione con amici, ma anche Marco e Luca, so che tutti qui  hanno vissuto grandi pagine di storia, quelle che io sono riuscito a vivere dalla tv.  Questo è uno stadio che ha vissuto grandi vittorie ma anche sofferto grandi dolori,  qualcosa che lascia grandi lezioni. Bisogna imparare sia a  soffrire che a gioire. Mi hanno spiegato che in Italia i nuovi presidenti devono presentarsi in  pubblico e fare grandi promesse. Ma io voglio restare con i piedi per terra. Il Parma è stato promossa due volte, speriamo di vivere la promozione in Serie A che sarebbe una gioia incredibile.

Come in tutto, ci saranno imprevisti nel nostro cammino. Noi possiamo programmare solo la crescita attraverso il miglioramento del Tardini e del centro sportivo. Inizieremo il lavoro da lì. Non abbiamo iniziato dalle rovine, ma da un grande lavoro fatto negli  ultimi due anni. C’è una squadra straordinaria, sia nel management che a livello sportivo. Non rivoluzioneremo l’identità del club, speriamo di aggiungere un capitolo ricco di successi. Sono felice che Nuovo Inizio e PpC rimangano per tenere unito il legame con i tifosi e la città. Credo che con una visione comune e condivisa, il Parma risorgerà e tornerà in Serie A. Il nuovo capitolo sarà ricco di sorprese, gioia e passione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma quasi 100 casi ma ci sono 7 decessi

  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento