menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Lo strano caso di Lodi: sedotto e abbandonato in panchina

Il giocatore è rimasto con Bortolazzi a calciare le punizioni dopo l'allenamento. Non riesce a spiegarsi perchè non gioca, eppure Donadoni lo ha voluto a tutti i costi

Pasquetta di lavoro per il Parma di Donadoni che a Collecchio si ritrova dopo il bel pari ottenuto a San Siro contro l'Inter. La situazione pare assai più tranquilla rispetto a qualche settimana fa, la tensione accumulata in questi mesi si sta smaltendo grazie al gran lavoro dei curatori fallimentari che, in questo momento rappresentano la società, e alla mediazione di Albertini che nello spogliatoio del Parma ha avuto un ottimo impatto. Sotto gli occhi attenti di mister Donadoni, accompagnato dalla costante presenza di Antonello Preiti, "confessore" dei calciatori che ad uno ad uno si appoggiano a lui, ultimo rimasto di una società sgretolata dalle vicissitudini di questa stagione, la squadra prepara la partita contro l'Udinese accompagnata dagli uomini di Sky che si danno da fare per realizzare questo docu-film su una squadra martoriata che ha, forse, ricominciato a respirare aria di calcio.

Divisi in due gruppi, riattivazione muscolare per chi ha giocato sabato, campo per quelli che a San Siro sono rimasti in panchina o che hanno giocato solo uno spezzone, si va verso l'Udinese con il dubbio Lila. 

preiti-2

Il guerriero di Donadoni non è in gran forma, causa un fastidio muscolare procurato nell'ultima trasferta. Il giocatore non si è allenato, probabile un cambio di modulo contro gli uomini di Stramaccioni. Rispetto a San Siro Nocerino farà un passo indietro e si schiererà sulla mediana, mentre Coda affiancherà Belfodil. Meno probabile che Donadoni si affidi a Lodi, il più scontento di tutti. Negli ultimi mesi solamente 4', contro la Roma, poi basta, soli panchina.

E Lodi non riesce a spiegarsi il perché. Tanto che non riesce nemmeno a nascondere questo mal contento. L'ultima partita intera risale all'11 gennaio, contro il Verona, con tanto di gol. Venerdì in conferenza stampa Donadoni ha detto che il regista avrebbe avuto spazio in questi incontri ravvicinati, ma per ora sembra orientato verso un'altra panchina. È evidente che qualcosa tra i due non funzioni, non si sa di preciso cosa. E chissà che l'amicizia forte con Cassano,  uno con cui aveva legato, non pesi sulla gestione di Lodi. L'ultima di Cassano, infatti, è stata anche l'ultima di Lodi (contro il Cesena). L'ex della gara, potrebbe vivere l'ennesima domenica da spettatore non pagante. Jorquera al momento è favorito, anche se non ha i 90' nelle gambe a causa di impegni ravvicinati e un infortunio pesante alle spalle. Lo strano caso di Lodi, sedotto da Donadoni e abbandonato in panchina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento