menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Lucarelli: "Abbiamo trovato l'accordo sull'esercizio provvisorio"

Il capitano all'uscita dall'incontro con l'Aic: "La situazione è complessa, c'è poco tempo, ci sono tanti tesserati da contattare. Il debito si può abbassare e ci sono le condizioni per poter continuare anche in futuro. La percentuale? È alta e bisogna vedere se gli altri accettano"

LUCARELLI: 'ABBIAMO TROVATO L'ACCORDO' - Lucarelli all'uscita dall'incontro ha dichiarato: "Abbiamo trovato l'accordo sull'esercizio provvisorio e abbiamo cominciato a parlare del debito sportivo. C'è la disponibilità della squadra di seguire il discorso dei curatori. Il Parma finisce il campionato, il problema è andare a cercare i giocatori che stanno fuori, non è semplice ma so che da domattina loro chiameranno uno per uno. La situazione è complessa, c'è poco tempo, ci sono tanti tesserati da contattare. Il debito si può abbassare e ci sono le condizioni per poter continuare anche in futuro. La percentuale? È alta e bisogna vedere se gli altri accettano. Se no dovremo abbassare ancora il nostro credito pregresso. Sull'esercizio provvisorio c'è la copertura al 100% dei dipendenti. Quello che ci rimane lo prendiamo noi e non arriva neanche al 50%. C'è un debito anche con le squadre estere che va messo nel conto,  ma è stato fatto un calcolo. La riunione è stata fatta solo con Aic, poi l'Aic riferirà ai curatori". La squadra, la rosa attuale è disposta ad arrivare al 75% ma c'è da superare lo scoglio dei tesserati che sono in gioro per altri campionati. Qualcuno della vecchia gestione come Morrone, ha fatto sapere che sarà disponibile a ridursi al massimo il credito precedente purchè la società sopravviva

"In mattinata -si legge in una nota- il dott. Angelo Anedda ed il dott. Alberto Guiotto, affiancati dalcoadiutore Demetrio Albertini, hanno incontrato i vertici dell’AIC - Associazione Italiana Calciatori, rappresentata dal Presidente Damiano Tommasi, il Vice Presidente Umberto Calcagno e il Direttore Generale, Gianni Grazioli. Presenti anche i legali di entrambe le parti. All’ordine del giorno, la limitazione dei compensi dei tesserati nell'ambito dell'esercizio provvisorio – per fare in modo che i costi non superino i proventi del periodo - e la riduzione del debito sportivo pregresso. L’incontro si è svolto all’insegna della massima collaborazione e dell’impegno comune al fine di verificare le condizioni per la prosecuzione del campionato e valorizzare l’azienda sportiva per consentirne la futura vendita, nell’interesse dei creditori e dei tesserati del Parma FC. Nel pomeriggio il Presidente Tommasi e il Vice Presidente Calcagno hanno incontrato i giocatori a Collecchio, dopo l'allenamento pomeridiano, per esporre le prospettive dell'esercizio provvisorio e raccogliere la disponibilità dei tesserati ad una volontaria riduzione dei crediti vantati da ciascuno".

Damiano Tommasi è sbarcato a Collecchio.  Come vi avevamo anticipato nei giorni scorsi, il presidente dell'Ai è arrivato al Centro sportivo in compagnia dell'avvocato Calcagno e della curatela fallimentare, marcata a uomo da Albertini. Uno sguardo all'allenamento, prima del quale giocatori e staff tecnico hanno tenuto una riunione nello spogliatoio per definire, eventualmente, la linea di condotta da seguire nel colloquio con Aic e curatori per abbattere il debito sportivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento