menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Hugo Campagnaro foto: Infophoto

Hugo Campagnaro foto: Infophoto

CALCIOMERCATO | Parma, arriva Campagnaro, poi Borriello, con Taci sullo sfondo

Dopo l'approvazione dei collegi sindacali, Leonardi, presente nel CdA ha preso in mano i comandi delle operazioni di mercato. Dopo aver parlato con l'imprenditore albanese, e con Giordano, cercherà di portare almeno 4 rinforzi a Donadoni

Leonardi scende in campo. Nel periodo che forse più gli piace, e che forse, più lo annoia nello stesso tempo: il calciomercato è il suo pane quotidiano, ma quelle telefonate con agenti e vertici di società, lo stressano. Farebbe a meno volentieri di fare il Pr in questi giorni, ma non può perché il Parma ha bisogno delle sue manovre e di qualche calciatore stufo dov’è, pronto a rilanciarsi lungo la via Emilia. Come successo per gli Schelotto e per i Molinaro dello scorso anno, tutta gente rimpianta in questa stagione maledetta. Leonardi si sta già muovendo, appena dopo l’approvazioni dei collegi sindacali, si è armato di carte e penna e si è rinchiuso nel suo ufficio, con il suo immancabile telefonino, ha cominciato a scorrere la rubrica e a fare telefonate per sondare il terreno.

L’avvocato Giordano aspetta un report attento per gli acquisti che il dg intende fare, mentre tutto il consiglio rinnova la fiducia nella persona del presidente pro-tempore, che ha il compito di ristrutturare il gruppo dal punto di vista economico, rappresentando gli azionisti che nel breve tempo saranno nominati e prenderanno i ruoli che gli spettano. Sempre aspettando Taci, in veste di presidente, in costante contatto con i vertici di un Parma che guarda al mercato con fiducia. La dirigenza, vista anche la scarsa disponibilità di liquidi, (i soldi della Holding sarebbero già in transito, ovviamente nel rispetto delle norme antiriciclaggio, e da Limassol, Cipro, starebbero arrivando in Italia), punta su prestiti con diritto di riscatto, solo in caso di salvezza.

I nomi sono tanti, tutte “grandi macchine” parcheggiate nei garage delle squadre di A. Da Borriello a Gonzales, da Campagnaro al Papu Gomez, passando per Nocerino che nel Torino non trova spazio. Le priorità sono un difensore e un attaccante. Il Parma sta parlando da tempo con l’Inter per Hugo Campagnaro. Classe ’82, il difensore argentino è in uscita. Va in scadenza a giugno e arriverebbe al Parma in prestito fino al 30/6, poi diventerebbe tutto crociato. Usato sicuro, con  tanta voglia di riscattarsi, aspetta solo l’ok per il trasferimento. Avrebbe già detto sì, Donadoni addirittura lo aspetterebbe per la partita con la Fiorentina.

L’altro nome caldo è quello di Borriello, che piace al Genoa e alla Samp e pure al Parma. Anche qui, Leonardi ha già preso contatti con la Roma e avrebbe anche la disponibilità del calciatore a trasferirsi, perché Donadoni gli garantirebbe un ruolo importante nella squadra. Ma il nodo principale è l’ingaggio, da sempre alto e coperto, almeno per la metà, se non per intero, dalla Roma. Il riscatto sarebbe fissato intorno ai 2 milioni di euro, ma gli inghippi sarebbero rappresentati anche dalle altre squadre in corsa per lui. Se salta la trattativa c’è ne un’altra molto ben avviata: quella con il Milan per Pazzini che è il più scontento di tutti e che riabbraccerebbe molto volentieri Cassano, che nei giorni scorsi ha ribadito la sua volontà di rimanere a Parma. I nomi caldi sono questi, con Campagnaro a un passo.

Per gli altri si attende. Gonzales, già del Parma a settembre, aspetta di essere congedato da Lotito, mentre Papu Gomez, osservato tra novembre e dicembre dagli uomini mercato del Parma a Bergamo, dovrebbe convincersi ad accettare il trasferimento. L’accordo, sulla base del prestito con diritto di riscatto, ci sarebbe, ma si attendono i primi di gennaio e la partenza ufficiale delle trattative, fissata per il 4 gennaio. Intanto, la Dastraso Holding Limited, si è già attivata con i pagamenti dell’Iva e dei dipendenti. Ora si attende il pagamento dei debiti con i fornitori, (circa 3 milioni) e dei calciatori: il tutto entro i primi del mese, con lo smaltimento degli stipendi di luglio e agosto, con gli incentivi all’esodo previsti per febbraio. Tutto con sullo sfondo Rezart Taci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento