Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Vigilia contro il Milan, D'Aversa: "Serve la partita perfetta, non si ha fiducia nel mio lavoro"

Il tecnico del Parma in conferenza stampa: "Ci sarà Osorio, Mihaila non convocato. Se non faccio giocare un calciatore c'è un perché. Dobbiamo preservare il nostro patrimonio"

Foto Ansa

Dal nostro inviato
PARMA - "Serve la partita perfetta, sperando che il Milan non sia in giornata". Il messaggio di Roberto D'aversa è inequivocabile. Il Parma ha bisogno di fare bottino pieno, per sperare ancora. Lo fa con l'attacco contato. "Per quanto riguarda i recuperi dei calciatori, dopo oggi Osorio rientra, ha qualche problemino Busi, ma gli altri sono a disposizione. In questo momento l'attacco ha qualche problema numerico, ho aggregato Traore della Primavera. Cornelius è convocato, ma non ha il minutaggio adeguato. I cambiamenti si fanno sempre in base alle caratteristiche degli avversari.  Credo che quando sono arrivato aveva fatto una sola partita, Mihaila. Veniva da un problema fisico, il ragazzo ha delle qualità enormi, ma nella gestione abbiamo messo in preventivo qualche problema fisico. In Nazionale ha avuto ulteriori problemi, ha giocato con le infiltrazioni. Ma negli ultimi anni dico che non c'è stata fiducia nel lavoro dell'allenatore. Mihaila non stava benissimo in nazionale, è rientrato in condizioni pessime. Dobbiamo preservare il nostro patrimonio, che è di tutti. Non solo del Parma, ma anche vostro.  Gervinho? Non ha fatto una partita alla sua altezza, ma negli anni passati ci ha permesso di preservare la categoria. Gervinho è andato in nazionale da infortunato, e quei quattro giorni persi possono aver compromesso la prestazione di un calciatore che rientrava da un infortunio, ma non bisogna crocifiggerlo. Ci auguriamo che possa farci vincere la partita, come in passato.  E' stato spesso decisivo. Finché si critica l'allenatore ok, ma quando si tocca lo staff o altro non mi sta bene. La critica deve esserci, ma dove si mette in dubbio la professionalità non lo accetto. Perché sono tornato? Il motivo per cui sono tornato è quello di compiere un'impresa, salvare la squadra, che aveva qualche difficoltà. Avevo chiesto una compattezza di ambiente, il campionato di A è aperto, sia per la Champions che per la salvezza. Siamo a 4 punti dal Torino, credo si abbia il potenziale per raggiungere l'obiettivo. In settimana ho letto dei numeri, ma ora è importante fare i punti. In questo momento dobbiamo ragionare sulla partita di domani, una squadra che ha fatto 37 punti fuori casa. Sarà difficile, ma nel nostro percorso si è lasciato qualche punto che avremmo meritato di portare risultato pieno, ci deve portare a fare risultato anche contro il Milan. Dobbiamo essere volenterosi nel metterli in difficoltà. Senza concedergli campo, aggressivi. Serve una partita perfetta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilia contro il Milan, D'Aversa: "Serve la partita perfetta, non si ha fiducia nel mio lavoro"

ParmaToday è in caricamento