Parma | Il forfait di Biabiany "libera" Ghezzal, Bidaoui e Coda. E De Ceglie...

Poche ore da milanista, ma probabilmente non ci sarà. Un problema fisico lo tiene lontano dal campo, chiuso in palestra ormai da giorni, salterà quasi sicuramente la gara con i rossoneri. Donadoni dovrà scegliere come sostituirlo

Doveva essere la partita di Biabiany, ma con il Milan non ci sarà. Il francese, che a Cesena aveva giocato 75 minuti, non si allena da due giorni con i compagni, il problema fisico che lo tormenta, evidentemente, è più brutto del previsto e Donadoni non vuole rischiare di privarsi dell'ala per un periodo lungo, preferendo che le cose vadano a posto nel migliore dei modi. Con Palladino a mezzo servizio, reduce dall'influenza, che si allena a parte, Pozzi non al meglio, Donadoni avrà a disposizione Cassano e Belfodil, rientrato solo giovedì dagli impegni con la Nazionale e quindi da verificare. Per il suo impiego non dovrebbero esserci problemi, come per quello di Paletta, ormai arruolato. Il centrale ha smaltito i problemi alla schiena, sta bene e sarà impegnato con Lucarelli a fronteggiare quei diavolacci rossoneri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

UN POSTO PER TRE - A centrocampo, l'arrivo di Lodi ha tappato un buco, probabile ancora l'impiego del doppio regista, come a Cesena, con l'ex Catania e Jorquera, bravo anche a fare legna; Mauri che lo insidia. In avanti, il problema Biabiany ha tre soluzioni: Bidaoui, Ghezzal e Coda. Tre maglie per un posto. A Donadoni serve gente motivata, esperta e che si sacrifichi. Ghezzal sarebbe il più pronto, anche per caratteristiche, dato che Coda è un centravanti, Bidaoui è troppo leggero e con poco fiato. C'è tempo per la scelta. Si va comunque verso il 4-3-3 con questa soluzione, per arginare le folate offensive di un Milan spietato in contropiede, che ti fa giocare poco, che ti attacca e verticalizza subito. Con Cassano falso nueve e Belfodil sull'esterno, Ghezzal potrebbe tornare utile anche a gara in corso, e far valere la sua freschezza, qualora la scelta ricadesse su un altro. Ma la sua ultima apparizione in A risale al dicembre 2011, quindi Donadoni dovrà pensarci bene prima di buttarlo nella mischia. Le quotazioni di Coda, dopo giovedì pomeriggio, nella partitella, salgono, ma restano da valutare tante cose. Ad esempio un possibile impiego nel tridente di De Ceglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento