Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Verso Parma-Milan | Tanta corsa e poca tattica, Cassano suda, Paletta a parte

Ripresa con test fisico-atletici per FantAntonio de Ceglie, Lodi e Palladino. De Souza lavora per mettersi al pari degli altri nel giorno del 51esimo anno di Donadoni

Parma-Milan si avvicina e Antonio Cassano si fa bello per la sfida contro gli ex compagni e per il debutto allo stadio Tardini. Donadoni lo vuole tirato a lucido, all'appuntamento deve arrivare puntuale e, anche se a mezzo servizio, può servire. La sua presenza può garantire pericolosità davanti, spazio per i compagni e soluzioni di manovra. Tanto basta per mettere apprensione alla retroguardia rossonera.

Discorso simile lo si può fare per Lodi. I test di Ciccio sono buoni così come quelli di De Ceglie e Palladino che non ha preso parte alla partitella, svoltasi sull'altro campo dove Donadoni dispensa incoraggiamento. A tutti con il grido di Non mollare con i denti digrignati per la grinta accompagna Cassano fino al Dodicesimo giro con il barese che non ne ha più e cade sulla sedia.

"Dai che c'è lo schampagnino" dice il Mister fresco di compleanno. Anche de Souza gira con in dosso una mascherina per la resistenza. Lui è indietro di condizione ma presto raggiungerà alti livelli. Ci scommettono parecchio e lo staff lo aiuta molto. C'è anche Leonardi che lavora di soppiatto e cerca di diffondere il suo proverbiale ottimismo. Giacca e cravatta: alla festa di Donadoni si entra solo se eleganti. Niente regali oggi, il Mister ne ha chiesto uno per domenica. Battere il Milan per rilanciarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Parma-Milan | Tanta corsa e poca tattica, Cassano suda, Paletta a parte

ParmaToday è in caricamento