Parma - Napoli 1-2 | Sansone non basta, Cavani non sbaglia mai tre volte

Al 40' del secondo tempo il Matador, dopo aver sciupato due occasioni, viola l'imbattibilità casalinga del Parma scattando sul filo del fuorigioco e superando facile Mirante

L'esultanza del Napoli dopo il gol - TM News Infophoto

Il Parma perde a domicilio, prima o poi doveva succedere. Si arrende dopo novanta minuti condotti abbastanza bene, dopo aver risposto a un Napoli che, nel primo tempo passa in vantaggio e non chiude la partita. Bravo Mirante a non soccombere, bravo Sansone a trovare il pareggio dopo un secondo tempo passato nella metà campo avversaria a fare a botte con Campagnaro e Cannavaro. Il piccoletto l'ha spuntata alla mezzora mettendo in piedi una squadra caduta solo all'ultimo, per merito di uno dei pochi campioni rimasti nel nostro calcio. Cavani capisce prima di tutti dove sarebbe andato quel pallone, un pallone troppo prezioso per essere sprercato, un pallone che lo porta a meno tre dalla Juventus e riapre la lotta al vertice. Dopo Verona e la sbiadita trasferta scaligera, Donadoni riporta i suoi verso il 4-3-3 in una formazione abbastanza offensiva dove trovano posto sia Biabiany, rientrato in pieno, che Sansone, con Belfodil al centro dell'attacco. Valdes in regia, Santacroce al posto di Lucarelli nella difesa a quattro con Rosi sulla destra ad attendere Cavani e compagni, partiti con il freno a mano tirato nonostante il risultato che della Juventus che, nell'anticipo di sabato, ha impattato contro il Genoa e un arbitraggio che lascia perplessi. Mazzarri sa che quella con il Parma è un'occasione ghiotta per ridurre il distacco dal vertice ma Donadoni, spesso "giudice" di contese simili, guarda verso l'Europa e non ha voglia di rincorrere il sogno. 

IL MATCH - Che rischia di restare tale quando, al 20', Hamsik lanciato da Dzemaili, approfitta di una dormita di Rosi (e Paletta) e, di prima intenzione, beffa Mirante. Con il Parma che si trova in svantaggio alla prima distrazione. La palla del pari però arriva al 25' con Belfodil che regala una palla invitante a Sansone che è bravo a farsi trovare pronto sul secondo palo, ma De Sanctis con un rilfesso l'allontana tra le proteste. Che si ripetono alla mezzora quando Cannavaro sulla linea, respinge il tiro di Parolo strozzando l'urlo del Tardini. Il dubbio resta anche quando, sul sussegursi dell'azione, Belfodil cade in area con Rocchi che fischia invece il fuorigioco dopo la respinta sul tiro di Valdes. Tocca a Mirante tenere a galla i suoi, vicini al colpo del k.o. con Campagnaro bravissimo a calciare al volo da buona posizione. E se il Parma resta in vita lo deve al suo portiere che, in almeno due circostanze risulta decisivo. Prima su Cavani che prova a colpire da calcio piazzato, poi su Dzemaili che in contropiede va vicinissimo allo 0-2. La squadra di Donadoni attacca e lascia spazi invitanti per Hamsik e compagni che spesso sono imprecisi, come Rosi che soffre sulla destra la pressione di Zuniga.

LE PAGELLE

Il gol di Hamsik ha mostrato ancora una volta la sua grande capacità di inserimento, quella che è mancata un po' ai centrocampisti di un Parma che non ha fatto malem ma che fa fatica a costruire con Valdes che non ha le misure giuste. Paletta si invece e strappa applausi quando chiude chiunque passi dalle sua parti. E allora l'unica soluzione è il tiro da fuori, malgrado i tentativi di manovra siano tanti. Prima Lucarelli (entrato al posto di Santacroce acciaccato) e poi Parolo provano ad aggiustare il risultato. Il Napoli aspetta e riparte, o almeno ci prova, ma Pandev e stanco e Mazzarri lo sostituisce con Insigne, schierandosi con un 4-4-2 accorto e pronto a colpire. Donadoni richiama Rosi e schiera Amauri per un Parma a trazione anteriorissima con Biabiany arretrato tra i quattro di centrocampo e una difesa a tre. E i frutti si raccolgono subito perché l'italo-brasiliano difende con il fisico il pallone prima di darlo a Sansone, l'ammazza grandi. Il suo tiro viene deviato da Cannavaro e batte De Sanctis, graziato da Amauri due minuti doipo, al 32', che non trova il vantaggio per poco. Vantaggio che trova Cavani, in maniera abbastanza inaspettata. Taglia fuori con un movimento fantastico la difesa del Parma e supera Mirante per tre punti d'oro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento