menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Sciopero rientrato per Parma-Napoli Tommasi: "Il fallimento non farebbe bene a nessuno"

Sembra essere rientrato l'allarme sciopero che nelle ultime ore è stato paventato in seguito al malumore di alcuni giocatori, soprattutto di quelli che non avrebbero accettato di ridurre i crediti vantati con la società

Sembra essere rientrato l'allarme sciopero che nelle ultime ore è stato paventato in seguito al malumore di alcuni giocatori, soprattutto di quelli che non avrebbero accettato di ridurre i crediti vantati con la società. Dopo le indiscrezioni delle ultime ore di Tv Parma l'allarme sembra essere rientrato  e la partita Parma-Napoli non sarebbe quindi a rischio. Ciò non esclude che in futuro i giocatori possano valutare di mettere in atto forme di proteste di questo tipo, compreso lo sciopero. 

Ecco le dichiarazioni di Damiano Tommasi a Palla in Tribuna: “La situazione è complicata anche da affrontare, sono tantissime le posizioni e tantissime le premesse diverse. Il nostro obiettivo è quello di tutelare al massimo i giocatori, e per tutelarli bisogna avere la certezza di quello che si fa. L’idea è quello di fare fronte comune, non è facile perchè qualcuno ha contratti in essere, altri non ce li hanno più; qualcuno ha mercato, altri si vogliono fermare a Parma… Non è facile, ma di sicuro passa dalle decisioni di ragazzi che hanno già subito parecchio e devono ridursi ulteriormente sperando che qualcuno veda il Parma come un investimento possibile. E’ ovvio che trovare una posizione unica e per tutti è complicato, ma è quello che si sta cercando di fare. Chi è al Parma ha interesse che il Parma rimanga in B, mentre altri che hanno il loro credito sportivo che riguarda annate scorse hanno premesse diverse. Il fallimento però non farebbe del bene a nessuno. L’anomalia è che non c’è un compratore che sta trattando, bensì una curatela che sta cercando di rendere appetibile il club ad un possibile acquirente. Questo è uno scoglio in più che non aiuta a risolvere la questione. Lo sciopero contro il Napoli? La curatela ha un lavoro importante da fare, non so ad oggi lo stato delle cose come si sia evoluto, ma per domenica la previsione era quella della disputa della partita, e non credo che siano cambiate le cose“.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento