Parma, ore frenetiche di attesa: il punto

Si stringe per Matri, Calaiò non dovrebbe partire

Proseguono le trattative e gli incontri a Milano. All'Hotel Melià, nuova sede del calciomercato, Daniele Faggiano aspetta che la situazione legata ad Alessandro Matri si sblocchi. E' in corso la riunione decisiva tra Napoli e Sassuolo per portare Strinic e Duvan Zapata in neroverde. Pare che, stando alle ultime indiscrezioni, il colombiano dopo un iniziale rifiuto stia per accettare la proposta di Carnevali che ha promesso al Napoli un'opzione per l'acquisto di Domenico Berardi nel 2018. E questo permetterebbe a Matri di arrivare a Parma diretto. Il giocatore, a Milano per parlare con il Parma e i suoi agenti fino a ieri, è tornato a Sassuolo per allenarsi sempre da fuori rosa e per ribadire a Bucchi (nel pomeriggio) di non voler più rimanere in gruppo. Per questo, nelle prossime ore, è atteso un confronto tra allenatore e giocatore che svuoterà l'armadietto e saluterà i compagni. Situazione che si verificherebbe immediatamente solamente quando Zapata sarà un giocatore del Sassuolo. E potrebbe diventarlo a momenti. Anche se dovesse arrivare Matri, Emanuele Calaiò resterebbe al Parma per giocarsi il posto là davanti. L'attaccante che ha deciso la partita contro la Cremonese è una certezza per D'Aversa che avrebbe posto il veto sulla sua cessione così come per Faggiano che vuole tenerselo stretto. 

A partire, qualora si dovessero verificare le condizioni, dovrebbe essere Felice Evacuo che per adesso ha detto no a Trapani, Modena e Albinoleffe che gli offrirebbero un biennale e Ternana, Cesena e Spezia che invece sarebbero disposti a offrirgli un anno di contratto. In serata, o al massimo giovedì mattina, potrebbe sbloccarsi anche la sua situazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione: ecco quando ci si può spostare da un comune all'altro per fare spesa

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Nuove chiusure e una 'finestra' per i regali: ecco come sarà il Natale parmigiano

  • Covid, netto calo dei positivi. Stabili le intensive, quattro i decessi

Torna su
ParmaToday è in caricamento