menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Padova, Apolloni: "Mi aspetto un cambio di marcia"

"Anche i giocatori hanno riconosciuto di aver reso al di sotto delle aspettative"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Contro il Padova per il riscatto. Il Parma adesso deve cercare di rispondere il passo che lo porta verso la vetta. In proiezione, fare punti per rimanere agganciati al treno delle grandi. "Il pareggio di sabato non ci ha fatto passare una settimana tranquilla, come le solite. Però stiamo facendo un percorso e questi impasse fanno parte di questo percorso. Voltiamo pagina, adesso mi aspetto un Parma diverso da quello visto contro la Maceratese, soprattutto nella prestazione. Il Padova sta facendo bene, viene da molti risultati positivi e ci aspetta una gara tosta. Coly ha una microlesione sotto al tallone, Garufo ha questo problema al tendine e penso si dovrà ricorrere all'intervento chirurgico. Benassi si è fermato nel riscaldamento, fino alla mattina non aveva manifestato nessun problema, e quindi ci eravamo un attimo preoccupati. Adesso è a disposizione e potrà fare al caso nostro".

LA FORMAZIONE - "Evacuo e Miglietta possono partire dal primo minuto, sono due giocatori che stanno lavorando bene come tutto il resto della squadra. Sono pronti per giocare dall'inizio. Mazzocchi? Rientra da un infortunio importante ed era la seconda partita consecutiva che stava facendo. Stiamo lavorando su entrambe le fasi perché è davvero migliorato, deve imparare a trovare gli spazi e piano piano sta imparando. Io cerco sempre di incitare la squadra, a volte manca coraggio, altre c'è troppa frenesia. Abbiamo trovato una squadra bloccata sabato scorso, abbiamo cercato di far circolare la palla più velocemente, ma non ci siamo riusciti. Abbiamo anche concluso in porta, nella seconda parte invece abbiamo trovato il blocco di una squadra ferma. Adesso affronteremo il Padova che ha ambizioni, l'aspetto mentale è determinante, nell'atteggiamento".

MERCATO -  "Agostinho? Sta lavorando, è ancora un po' timoroso, secondo i medici ci vorranno circa una ventina di giorni. Se lui vince la paura può diventare importante. E' un giocatore che ha qualità, che ha giocate importanti e ha delle qualità. Lo abbiamo visto poco onestamente. Il Padova è in una condizione buona, giochiamo in casa e con l'apporto di 10.000 tifosi. Affronteremo una squadra importante, Emerson, Dettori, Alfageme, questi sono tutti giocatori importanti. Ci contrapponiamo in maniera forte perché vogliamo portarla a casa. I miei giocatori hanno riconosciuto il fatto di aver giocato male, al di sotto le aspettative. Non siamo stati veloci nella manovra perché eravamo chiusi. Ci vuole più personalità e tutti hanno riconosciuto quello che dovevano fare in più". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento