Sport

Parma - Palermo 2-1 | Decide Amauri. E' una befana dolcissima

A pochi minuti dal triplice fischio gli ex si scatenano. L'italo brasiliano, al 48', risponde a Budan, che aveva pareggiato al 40'. Vola la squadra di Donadoni, a 29 punti al giro di boa

Per il primo appuntamento dell'anno Donadoni, nel giorno dell'Epifania, sceglie di dare fiducia a Musacci, che prende il posto dello squalificato Valdes nel fortino del Tardini, dove il Parma ha conquistato ben 18 dei 26 punti totali.  Con Zaccardo convalescente, è Benalouane che viaggia sul binario di destra di una difesa a quattro. In avanti spazio ai collaudati Biabiany, Sansone e Belfodil. Amauri in panchina. Dall'altro lato Miccoli non ce la fa, Gasperini si affida ad Aronica al centro della difesa, con Sanseverino a sinistra e Ilicic-Brienza a supporto del rapido Dybala.

IL MATCH - Senza Valdes, Donadoni ha un bel da fare. Musacci non è la stessa cosa, se poi il Palermo ti aggredisce e non ti lascia spazio, dopo una partenza tutta rosanero, beh, allora si capisce come il Parma faccia fatica a trovare corridoi per gli inserimenti dei suoi attaccanti. La determinazione di Gasperini, dettata anche da una classifica problematica, si legge nei dettami tattici che l'ex allenatore dell'Inter ha imposto ai suoi. La qualità di Brienza e Ilicic viene supportata dal lavoro sporco di Barreto, che abbina piedi gentili, e Kurtic che attaccano qualunque cosa si muova dalle loro parti, chiedere a Musacci. E la prima frazione di gioco produce le urla del tecnico crociato e un destro angolato di Brienza, uno dei più in forma, che per poco non beffa Mirante, autore poco dopo di due interventi strepitosi su Ilicic. Per il Parma solo un paio di conclusioni da fuori con Sansone e Parolo, poi solo Palermo, con Sanseverino che si prende la fascia sinistra.

LE PAGELLE

Donadoni capisce che il problema in mezzo al campo c'è e cerca di dare vigore al reparto inserendo Acquah, ex Palermo, per Musacci, bocciato. Per cautelarsi poi, il tecnico del Parma, con Benalouane ammonito si affida a Santacroce. Niente miracoli, solo un calo del Palermo e una spaccata del letale Belfodil che, al 18', sblocca la gara da vero uomo d'area di rigore. Dopo un minuto Sansone prova a far scorrere i titoli di coda sulla gara ma c'è Benassi che risponde presente. Ed è l'unico tra i suoi che pare avere un attimo di reazione, dato che il bel Palermo del primo tempo non si è praticamente visto. Entra Amauri per Sansone, ma l'occasione per chiudere la gara ce l'ha Belfodil che non riesce a deviare in porta un pallone di Biabiany. Ci riesce eccome l'ex Budan, che porta il risultato sul 1-1. Ma non è finita, Amauri è vivo e lo dimostra al 48', con una girata delle sue che chiude la partita sul 2-1 e condanna il "suo" Palermo a navigare in brutte zone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma - Palermo 2-1 | Decide Amauri. E' una befana dolcissima

ParmaToday è in caricamento