menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Siligardi - foto parmacalcio1913

Luca Siligardi - foto parmacalcio1913

Parma-Palermo LE ULTIME | Si ferma Ceravolo, c'è Siligardi

L'attaccante sarà out per la sfida contro i rosanero, al suo posto Calaiò

Dal nostro inviato

PARMA - Il Parma batte il Palermo soffrendo nel finale. Tre gol di Calaiò servono a D'Aversa per andare a - 5 dalla seconda, il Frosinone prossimo avversario dei crociati. 3-2 pesante, sofferto ma tremendamente bello che consente all'Arciere di uscire dal campo con il pallone in mano e con una grandissima prestazione che nel giorno di Pasquetta certifica la sua straordinaria importanza per una squadra che alla fine subisce il ritorno di Nestorovki e di Rajkovic che mette a repentaglio le coronoarie dei tifosi crociati, 11.000 spettatori che danno spettacolo.

Parte bene il Parma che in due minuti, dall'8' al 10', prova due volte a fare breccia tra le mura del Palermo. Prima tocca al palermitano del quartiere Zen, Antonio Di Gaudio, provare a superare la linea maginot dei rosanero che tiene anche perché lo stesso esterno tarda nel servizio e decide di portare il pallone fino in fondo. Peccato perché nonostante abbia guadagnato un angolo ha dato l'impressione di poter fare di più ma ha perso un tempo di gioco favorendo poi il rientro della retroguardia palermitana presa in controtempo. Come al 10' quando Siligardi parte alle spalle della linea alta dei rosanero che si fanno infilare troppo facilmente. E invece di servire Calaiò a centroarea decide di andare da solo a convergere e calciare di mancino. Fuori di poco. D'Aversa concede il campo al Palermo, proverbialmente dotato di un ottimo gioco, lascia sfogare la squadra di Tedino e con Munari e Scavone prova a filtrare in mezzo al campo rilanciando subito Di Gaudio e Calaiò in profondità. In una partita che vale tanto, che ricorda i fasti di una Serie A lontana ma terribilmente vicina. Vicino per il momento è il pubblico del Tardini che prepara una coreografia fantastica in ricordo di Matteo Bagnaresi per celebrare una aprtita di cartello che viene sbloccata al minuto 31' dalla freddezza di Calaiò che di sinistro insacca alle spalle di Pomini dopo l'assist di Lucarelli in posizione dubbia. Tra le proteste rosanero (ammoniti Pomini e Nestoroski), i crociati esultano e raddoppiano al 38' su calcio di rigore procurato da Gianni Munari che supera Rajkovic, ingenuo nell'intervento sul centrocampista. Rigore sacrosanto trasformato da Calaiò che triplica al 2' del secondo tempo su assist di Dezi in contropiede. Partita in ghiaccio? Macché, niente. Si soffre parecchio, il Palermo per forza di cose deve forzare la mano e complice la difesa crociata, rompe il muro con Nestoroski. Dormita di Lucarelli e compagni, gol dell'attaccante che nel primo tempo aveva messo a repentaglio il doppio vantaggio dei crociati con un'azione alla mano salvata da Gagliolo. Il Parma ttende, a maggior ragione se avanti di due gol, ma non esce più dalla sua metà campo. L'inerzia della partita pende dalla parte del Palermo che trova il gol e si proietta in avanti. D'Aversa capisce che è tempo di bufera, toglie Siligardi e inserisce Insigne per costringere Aleesami a stare indietro. Cosa che accade puntualmente e Tedino ricorre a Rolando, fresco, senza snaturare tanto il suo 3-4-1-2. Ma D'Aversa risponde come un giocatore di scacchi: 3-5-2 con Anastasio per Di Gaudio e Rispoli non fa più molta paura. Fa paura invece Rajkovic che fa gol a 2' dalla fine facendo tremare tutto il Tardini che esulta dopo 5' di recupero. 

IL TABELLINO 

PARMA-PALERMO 3-2

Marcatori: 31', 37' (su rig), 47' Calaiò (P), 52' Nestorovski (PA), 93' Rajkovic (P)

PARMA (4-3-3): Frattali 6; Gazzola 6, Iacoponi 6,5, Lucarelli 6, Gagliolo 6,5 (86' Di Cesare ng); Dezi 7, Munari 7,5, Scavone 6,5; Siligardi 6 (64' Insigne 6), Calaiò 8, Di Gaudio 6 (71' Anastasio 6). A disp: Nardi, Dini, Vacca, Di Cesare, Mazzocchi, Ciciretti, Baraye, Frediani, Barillà, Insigne, Sierralta. All: D'Aversa 7

PALERMO (3-5-2): Pomini 6; Szyminski ,5,5, Struna 5 (79' Dawidowicz ng), Rajkovic 4,5; Rispoli 6, Murawski 5 (46' La Gumina 5 ), Gnahoré  6, Jajalo 6,5, Aleesami 6 (75' Rolando ng); Coronado 5,5; Nestorovski 6. A disp: Maniero, Posavec, Trajkovski, Moreo, Balogh, Chochev, Fiordilino, Fiore,Ingegneri. All: Tedino 5

Arbitro: Sig. Marinelli di Tivoli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento