rotate-mobile
Sport

Parma, parla Leonardi: "La speranza è quella di sfatare il tabù Lazio"

Il ds crociato vive con grande emozione la sfida con la Lazio: "La passione per il calcio la devo ai biancocelesti e a mio padre, però vogliamo invertire la serie negativa in casa dei laziali"

Pietro Leonardi a Personal Press Agency: "La passione per il calcio la devo alla Lazio e a mio padre. Crediamo in Donadoni, a Parma c'è unione di intenti.Ogni volta che torno a Roma è sempre una grande emozione. Quando incontro la Lazio, è come se tornassi indietro nel tempo. La passione per il calcio la devo a mio padre e alle domenica allo stadio a seguire la Lazio. Sono state due componenti fondamentali per la mia formazione. Questa sfida però, per me, non è affatto un derby". Sono le parole del direttore sportivo e dell'amministratore sportivo del Parma Calcio Pietro Leonardi che, ai taccuini di Personal Press Agency, parla della partita di domani pomeriggio allo stadio Olimpico tra Lazio e Parma.
E' un sabato mattina passato in macchina per Leonardi in direzione Roma, in attesta di una sfida che vale tanto per il Parma: i ducali non segnano all'Olimpico, contro la Lazio, addirittura dal 2009. "Speriamo di sfatare questo tabù, vogliamo invertire questa serie negativa in casa dei biancocelesti".
La chiusura è sul tecnico Roberto Donadoni che festeggerà la sua 200^ panchina in carriera. "Crediamo molto in Donadoni - spiega Leonardi - ma non avrà un ruolo come Ferguson. Lui è contento di fare il tecnico. A Manchester comanda solo una persona mentre a Parma c'è un pool di persone adibito a curare, ognuno, un'area ben definita. C'è una grande sinergia qui. Domadoni è molto contento di gestire e comandare l'area tecnica".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, parla Leonardi: "La speranza è quella di sfatare il tabù Lazio"

ParmaToday è in caricamento