menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Graziano Pellè in conferenza stampa

Graziano Pellè in conferenza stampa

Parma, parla Pellè: "Andiamo a Roma per fare risultato"

"Sappiamo di dover affrontare una squadra forte e completa in ogni reparto, ma noi dobbiamo pensare di andare lì per fare la nostra gara. La mentalità giusta passa anche dalle vittorie"

A due giorni dalla sfida dell'Olimpico, dove il Parma andrà a sfidare la Lazio di Reja, fresca di vittoria in Europa League ai danni dello Zurigo, l'attaccante crociato, Graziano Pellè, prova a fare il punto della situazione. Molto probabilmente toccherà a lui dare fastidio alla difesa della squadra capitolina, con Giovinco a supportarlo e, magari, a sfornare l'assist decisivo per sbloccare l'ex attaccante dell'Az Alkmar, alla ricerca della prima gioia stagionale.

BUON MOMENTO - Dopo la vittoria contro il Cesena, che ha rimesso il Parma con il naso verso le parti mediane della clasifica, allontanandolo dalla zona calda in cui staziona l'Inter, a testimonianza di un campionato difficile quanto strano, Pellè si mostra fiducioso come del resto sembra essere tutto l'ambiente. "La squadra è in un momento davvero ottimo - spiega l'attaccante -  il gruppo è molto unito, siamo tranquilli e consapevoli dei nostri mezzi, miglioriamo partita dopo partita. Andremo a Roma per cercare di fare risultato, con la voglia di vincere e di fare una buona prestazione, poi parlerà il campo, la Lazio è un buon gruppo.  Per quanto riguarda me sto bene, ho giocato un buon primo tempo contro il Cesena, poi sono calato, comprensibile perchè non giocavo da un pochino di tempo. Il mio bilancio è positivo. Il parco attaccanti è molto valido, non è facile giocare ma la concorrenza è sana e mi piace quando c'è lotta tra i calciatori, vuol dire che durante la settimana devi dimostrare che sei pronto". Lui a Cesena ci è stato, ha avuto modo di conoscere il nostro campionato. prima di emigrare in Olanda per quattro stagioni. Come ha ritrovato la nostra serie A? "Il campionato è difficile, con la crescita di altri campionati, le stelle stazionano dappertutto, non solo in Italia come quando ero piccolo. Ora se li dividono tra i vari paesi. Si tratta di un torneo  livellato e non ci sono risultati sicuri. Le squadre sono molto preparate".

MENATLITA' VINCENTE - Proprio contro la sua ex squadra è andato vicino al gol domenica, ma la rete è stata solo sfiorata, con l'appuntamento rimandato a causa di un balzo di Antonioli. "Troppa voglia di fare gol in quell'occasione - dice Pellè -  avrei voluto spaccare la porta ma non l'ho presa benissimo. A volte quando sporchi la palla segni, ma a me non è andata così. Sono un giocatore che gioca per la squadra, vero, anche se qualche gol fa bene e mi permette di togliermi delle soddisfazioni a livello personale. Spero che arrivi presto". Come presto arrivi anche la seconda vittoria in trasferta, dopo gli schiaffi rimediati a Torino, Firenze, Napoli e Milano. L'ultima sconfitta ha generato un pizzico di polemica, a proposito di una mentalità che deve essere vincente. "Quando entri in campo vai per vincere anche se non sempre ci riesci. A Milano siamo andati per questo, non per fare una brutta figura come ci è successo. Contro la Lazio è molto difficile ma noi andiamo lì per fare risultato, poi potremo anche non riuscirci ma la mentalità della squadra è unica e indirizzata verso la vittoria. Si va in campo per vincere. La mentalità cresce perchè stiamo crescendo anche come squadra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento