menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Emanuele Calaiò - foto D. Fornari

Emanuele Calaiò - foto D. Fornari

Parma-Perugia 1-1 | Un punto che non evita i fischi

Apre Cerri che al 59' fa gol su una disattenzione difensiva del Parma, pareggia Ceravolo su rigore. Palo alla fine della Belva. Vetta distante, dentro ai play off per un punto

Dal nostro inviato

PARMA - Finisce tra i fischi una partita, l'ennesima, che il Parma ha buttato, che l'ha visto rincorrere il risultato per colpa di uno svarione difensivo che getta nello sconforto il gruppo poco sereno, che al primo schiaffo cade e fatica a reagire. L'1-1 è figlio di un'accelerata di Da Cruz che viene steso in area. Rigore che trasforma Ceravolo, entrato dopo un'ora di gioco in cui il Parma ha fatto poco o nulla. Il Perugia ancora meno, ma questo è il calcio. Adesso tutti in ritiro fino alla prossima partita con l'Empoli che potrebbe costare la panchina a D'Aversa.

La partita non si sblocca subito, le due squadre sono accorte e hanno un po' di tensione, almeno nei primi minuti. Il Parma però con il passare del tempo prende la gara per mano e la porta sui suoi binari, quelli del palleggio e dei cambi di gioco che mettono in difficoltà il Perugia di Breda seguito da circa seicento tifosi. Insigne e Da Cruz occupano una posizione un po' ibrida, più trequartisti che ali e stanno vicino a Calaiò per favorire gli scambi rapidi nello stretto e le verticalizzazioni. Anche per mettere in difficoltà la difesa del Perugia che rimane arroccata dietro e che si scatena poco davanti, con Cerri più impegnato a 'darsele' con Gagliolo che a giocare a calcio. Poco innescato da Di Carmine che gli gioca sistematicamente accanto o dietro, il ragazzo di San Secondo non brilla, così come il Perugia che fatica a costruire e che sicuramente ha gioco facile quando deve arginare le lente manovre dei crociati che mettono in difficoltà la squadra di Breda soprattutto nella metà del primo tempo quando Dezi, ex della sfida, calcia male dopo essersi inserito con i tempi giusti. Il centrocampista si era liberato anche bene dalla marcatura andando a impattare il pallone nei tempi giusti dall'altro lato, ma il tiro di destro è stato murato da Leali che non è stato quasi mai perfetto nelle uscite e che, al 18', ha regalato la palla gol più nitida a Lucarelli, bravo a crederci, meno bravo a indirizzare la palla in porta. Il Parma porta alla conclusione anche i centrocampisti, liberati dal gioco nello stretto degli attaccanti.  Scavone ha l'occasione giusta per rompere l'equilibrio ma non la sfrutta e calcia alto. Seppur di un soffio, il pallone del centrocampista termina fuori, con il Parma che va sotto al primo affondo del Perugia: cross dalla destra letto male da Lucarelli che regala all'ex compagno Cerri il gol dell'ex. Chiede scusa l'attaccante, la curva Nord lo applaude.  ?

LA DIRETTA

Vince il fair play ma perde il Parma passato nel frattempo al 4-2-4 con Calaiò e Ceravolo che giocano insieme per pochissimo tempo. Perché entra anche Ciciretti al 70' con l'Arciere che gli lascia il posto. Con lui entra anche Di Gaudio ma per il pareggio serve un episodio: che potrebbe arrivare grazie al colpo di testa di Ceravolo su palla di Scavone. Se non fosse per Gagliolo che gli sporca la traiettoria. Nel frattempo il Parma è passato al 4-2-3-1, e Lucarelli deve metterci la testa per evitare che si vada sotto 2-0. Riesce a sporcare la traiettoria della palla che finisce sul palo dopo il colpo di testa di Buonaiuto. C'è bisogno di forza davanti, di idee, e Da Cruz cerca di affondare predicando nel deserto. Ma Magani decide di stenderlo e regalare al Parma la possibilità di riportarsi in gara con il calcio di rigore sacrosanto. Gol della Belva che in due partite fa due gol e colpisce il palo alla fine di una partita che termina con la contestazione della Nord. 

IL TABELLINO

PARMA-PERUGIA 1-1

Marcatori: 59' Cerri (PE), 83' Ceravolo (PR) su rig.

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (3-4-2-1): Frattali 5,5; Iacoponi 5,5, Lucarelli 5, Gagliolo 5; Gazzola 6, Dezi 5, Scavone 6, Barillà 6 (61' Ceravolo 6,5); Insigne 5 (70' Di Gaudio ng), Calaiò 5 (70' Ciciretti 6) Da Cruz 6. A disp: Nardi, Dini, Di Cesare, Mazzocchi, Baraye, Munari, Frediani, Anastasio, Sierralta. All: D'Aversa 5

Logo_AC_Perugia-2PERUGIA (3-5-2): Leali 5,5 ; Volta 6, Del Prete 6,5, Magnani 5; Mustacchio 6 (73' Kouane 5,5), Gustafson 6, Bianco 6, Bandinelli 5 (59' Germoni 6) , Pajac 5,5; Di Carmine 5 (64' Buonaiuto 5), Cerri 6,5. A disp: Santopadre, Nocchi, Zanon, Colombatto, Nura, Terrani, Kouan, Germoni. All: Breda

Arbitro: Serra di Torino

Note: Ammoniti: Volta (PE), Barillà (PR), Bianco (PE), Scavone (PR), Dezi (PR), Gagliolo (PR), Kouane (PE). Recuperi: p.t. 1'- s.t. 5'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento