menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, D'Aversa: "Se abbiamo questi punti è colpa mia"

"Non me la prendo con nessuno, sono io il responsabile"

Dal nostro inviato

PARMA - Roberto D'Aversa può vivere un'altra settimana tranquilla. "Il lavoro che faccio è questo. Sono soggetto a rischi e critiche". E poi avanti con l'analisi della terza sconfitta casalinga: "Credo che per quanto riguarda l’espulsione io sono stato allontanato per aver superato i limiti dell’area tecnica nell’occasione del contropiede. Siamo partiti bene, abbiamo costretto il Pescara a rimanere indietro e dopo l’espulsione e l’episodio ci siamo innervositi parecchio. Ci sono state tre opportunità di calciare verso la porta, non possiamo lì dove non vinciamo perdere una partita dopo aver messo sotto il Pescara che, a detta del loro allenatore, è rimasta indietro. Faccio un mea culpa perché non possiamo innervosirci. Baraye ha avuto diverse circostanze per fare male all’avversario. Non è un problema di sistema di gioco, anche il gol che abbiamo subito è nato da un errore nostro, di reparto e abbiamo letto male la situazione. Siamo andati in campo sinceramente senza nervosismo. Abbiamo analizzato la partita di Palermo senza dare peso agli errori arbitrali. Dobbiamo essere bravi nella determinazione, per lo meno dovevamo portare a casa un punto. Troppo facile per gli avversari portare a casa punti dal Tardini. Problema degli attaccanti? E’ un problema di squadra, ad esempio nel Pescara ha segnato Brugman che è un centrocampista, sono stati movimenti di squadra. Se in questo momento abbiamo questi punti la colpa è mia e dei ragazzi. Non dobbiamo crearci degli alibi, ci manca la furbizia e la determinazione. Non credo nel fato, solo nel lavoro e dobbiamo fare in modo che certi risultati pendano dalla nostra parte solamente con il nostro lavoro. La fiducia? Io sono sempre soggetto a critiche e a rischi. Il mestiere nostro è questo. L’unica cosa che posso fare è quella di buttarmi sul lavoro e migliorare i difetti di questa squadra. Sotto l’aspetto della prestazione ai ragazzi non posso dire nulla. Anche nel momento di difficoltà dobbiamo pensare che la vetta è alla nostra portata. In questo momento dobbiamo essere bravi noi a fare in modo che il Tardini diventi un campo ostico per gli altri e non per noi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento