menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto Parmatoday.it

Roberto D'Aversa - foto Parmatoday.it

Vigilia contro il Pordenone, D'Aversa: "Sappiamo quanto sia importante vincere"

"Loro sono una squadra forte che gioca da tempo insieme. Lavorano da due anni con un gruppo consolidato"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Passata la rabbia e l'amarezza di Venezia, il Parma si getta a capofitto sul prossimo impegno di campionato che proietta i crociati verso la sfida contro l'arcigno Pordenone, con un punto e una partita in meno rispetto al Parma. La banda Tedino aveva già messo in difficoltà l'allora squadra di Apolloni, con il Parma che era riuscito a spuntarla solamente in un secondo tempo caratterizzato dalla voglia di rivalsa per una prima parte troppo brutta per essere vera. Era un altro Parma, era un'altra squadra. Adesso quella di D'Aversa è assai quadrata, più convinta dei mezzi che ha a disposizione e sicuramente anche con un organico diverso, più completo e complementare. Sarà inevitabilmente un bel banco di prova dato che l'avversario è di prima mano e il Parma deve dimostrare di aver assimilato la 'botta' di Venezia e gli acquisti. Che probabilmente non giocheranno tutti: "Mi aspetto lo stesso approccio con cui abbiamo affrontato il Venezia, perché il Pordenone è molto organizzato e anche se ha meno qualità dobbiamo anche saper interpretare la partita e avere un grande atteggiamento che avranno loro e avremo noi. I nuovi? Inutile parlare della formazione, Di Cesare ad esempio è disponibile. Vincere contro il Pordenone può voler dire moltissimo, perché noi andiamo alla ricerca del risultato pieno ma con pazienza, senza essere frettoloso. Faggiano ha detto che c'è troppo entusiasmo? Ha ragione, se si è creato questo entusiasmo lo si deve a quei ragazzi che c'erano prima, dobbiamo ricordare cosa ci ha portato a questa situazione. Siamo stati bravi con l'atteggiamento a riportare in alto questi valori, perché con i nomi non si arriva da nessuna parte. Ripartiamo consapevoli che a Venezia abbiamo fatto una grande partita, fino a 3' dalla fine vincevamo la partita. Il Pordenone è una squadra forte, l'allenatore è molto preparato, mi aspetto una partita molto equilibrata perché fuori casa la squadra ha sempre fatto bene, se noi dovessimo aver fretta e allungarci possiamo avere molte difficoltà. Scozzarella e Munari? Sono importantissimi, per caratteristiche fisiche magari uno può essere più pronto dell'altro, ma l'atteggiamento della squadra ci porterà a raggiungere l'obiettivo. E io prendo come esempio quello di Giorgino e Corapi. Solo così si va lontano"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento