Il Parma presenta il logo del centenario, Leonardi: "Sarò diverso"

E' stato svelato anche il nuovo fcparma.com presso la sala stampa dello stadio Tardini. Il ds crociato entusiasta del progetto: "Questo è il punto di partenza di un nuovo corso, niente polemiche"

Leonardi si "coccola" il logo

Il nuovo logo del centenario e il nuovo sito fcparma.com non sono più un mistero. A svelarli ai numerosi intervenuti – autorità, giornalisti e tifosi – alla presentazione svoltasi nella sala stampa dello stadio Tardini è stato l’amministratore delegato del Parma Pietro Leonardi. Il presidente Tommaso Ghirardi, che non ha potuto prendere parte alla conferenza per restare accanto alla compagna e al figlio nato da poche ore, ha voluto comunque rilasciare una dichiarazione: «Siamo fieri del logo che andiamo a presentare e anche del nuovo sito che abbiamo realizzato con Parma Brand. Nell’anno del centenario non potevamo non dare un segnale di rinnovamento in questo senso, prestando attenzione alle nuove tecnologie e ai nuovi mezzi di comunicazione che ci permetteranno di coinvolgere e anche di allargare la base dei nostri tifosi».

Apre le danze Pietro Leonardi, amministratore delegato del Parma che trova anche spazio per l'ironia, legata ai risultati che stentano in questo periodo. «Come vedete non ci facciamo mancare nulla, e ogni volta che c’è un risultato negativo c’è una presentazione. Scherzi a parte siamo contenti di far crescere il Parma da tutti i punti di vista». Poi dà spazio alla stilettata e manda un messaggio chiaro, di rinnovamento, visto che questo è il tema della adunata nella sala stampa dello stadio tutto fasciato di gialloblù. «Firmerei tutti gli anni per essere a 32 punti a dodici turni dalla conclusione del campionato e, nonostante tutto non stiamo fermi. La festa è dei tifosi ed è per loro che il Parma lavora. Devo dirvi però che da oggi conoscerete un Pietro Leonardi diverso, che non replicherà mai più a nessuno. Sono tutti liberi di scrivere quello che vogliono, Leonardi riderà e dirà "avete ragione". Non ho più voglia di rendermi antipatico, voglio mostrare il sorriso perché con oggi parte il centenario e il Parma sorride».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Daniela Bonetti, responsabile marketing di Parma Brand, ha spiegato la strada percorsa per arrivare alla creazione del nuovo stemma: «Abbiamo voluto festeggiare il centenario con un restyling per celebrare la storia e guardare verso il futuro. ll logo del Centenario è stato concepito come la proiezione degli elementi storici che caratterizzano il marchio del Club: il simbolo crociato, il giallo e il blu uniti da una prospettiva dinamica e incoronati dal numero 100, visibile solo parzialmente a simboleggiare lo scorrere del centesimo anno non solo come punto di arrivo ma soprattutto come impulso per il futuro. Le 2 bande gialle e le 3 bande blu rimandano allo stemma già in uso negli anni Cinquanta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento