Sport

Parma, priorità davanti: il punto sull'attaccante e spunta Kouame

Il giocatore della Fiorentina è l'ultima idea di Carli. Occhio a Zirkzee, del Bayern. Il sogno è Scamacca, ma la trattiva è complicata

La priorità del Parma è reperire dal mercato un attaccante. Al vaglio di Marcello Carli, e del vice direttore sportivo Alessandro Lucarelli, c’è una rosa di nomi importanti, che in questa ultima settimana verrà vagliata in tutte le sue sfaccettature. Potrebbe aggiungersi qualche sorpresa, ma i profili che D’Aversa vorrebbe sono quelli di giocatori che conoscono già il campionato italiano. E pazienza se siano più ‘vecchi’ rispetto a quelli che Kyle Krause – per una logica più imprenditoriale che legata al pallone – vorrebbe pensando al futuro. Il presente indica il rischio concreto di finire in un’altra categoria, altro che zona arancione: il Parma vive in zona rossa da inizio campionato, quello che sembrava un’empasse legato al momento di transizione, si è trasformato in cronico problema, che neanche D’Aversa ha potuto risolvere, per il momento. Oltre a qualche calciatore che la butti dentro, servirebbe una bacchetta magica per risolvere velocemente una situazione rischiosa.

Il tecnico è tornato dopo aver avuto rassicurazioni, indicando in Kucka, Kurtic e Gervinho i punti fermi di un Parma al quale serve una punta. Considerando che Kurtic spinge per andare al Torino, che gioca sull’offerta economica più alta da destinare al calciatore, resterebbe poco a D’Aversa, che ha chiesto uno tra Pavoletti e Scamacca. Il primo, allenato ai tempi di Lanciano e vecchio pupillo dell’allenatore, è però spesso in infermeria e difficilmente il Cagliarsi si priverà di lui. Il secondo è al centro di un intrigo di mercato, c’è la Juventus su di lui, è finito ai margini del Genoa dopo l’arrivo di Ballardini e il Sassuolo vorrebbe monetizzare dalla sua eventuale cessione. Ergo: serve un bell’investimento per accaparrarsi un gicotore che farebbe contento sia D’Aversa che Krause, essendo giovane e rispettando i parametri imposti dall’americano. Tra questi spuntano poi i vari Cutrone, desideroso di tornare in Italia, e il giovane Joshua Zirkzee, attaccante del Bayern Monaco per il quale i crociati sembrano fare sul serio. Anche lui, 19 anni, classe 2001, metterebbe d’accordo sia D’Aversa che Krause, perché soddisfa i parametri dettati dal presidente (che spinge per i giovani) e dell’allenatore (abile ad attaccare la profondità). Occhio a Christian Kouame, attaccante ivoriano, nato ad Abidjan come Gervinho, suo idolo e con grandissima voglia di mettersi in mostra dopo qualche mese di oblio trascorso a Firenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, priorità davanti: il punto sull'attaccante e spunta Kouame

ParmaToday è in caricamento