Parma | Ripresa in palestra con Cassano e Paletta, preso Cassani

Mattinata di riposo concessa al gruppo da Donadoni, a lavoro solo i nazionali. Palestra per Cassano, Acquah e Paletta. Pomeriggio in campo, a porte aperte. Leonardi chiude per Cassani, per lui quattro anni di contratto, è atteso in ritiro

Mercoledì 23 luglio

MAttinata di riposo per i calciatori, impegnati in palestra solo i nazionali. Cassano, Acquha e Paletta si sono allenati con pesi e cyclette, poi andranno in campo con i compagni che, liberi, si sono concessi qualche tuffo in piscina. Qualcuno ne ha approfittato per recuperare qualche ora di sonno, in attesa del campo. Intanto Cassani è un giocatore del Parma. Il suo agente ha trovato l'accordo con la Fiorentina e con i crociati che, da tempo, avevano anche quello con il calciatore. Dovrebbe firmare un quadriennale, sarà in ritiro per questo fine settimana. Manca solo l'ufficialità, ma Cassani può considerarsi un giocatore gialloblù. 

Dopo due giorni di riposo, la sgambata decisa da Amauri con un colpo di testa, ecco che il Parma riprende ad allenarsi al centro sportivo di Collecchio, con il sorriso dei nazionali. Antonio Cassano è rientrato assieme a Gabriel Paletta, pronti per cominciare una stagione tutta da scoprire. Il primo dovrebbe rimanere: offerte per FantAntonio non ce ne sono, la Samp resta una suggestione, ma Ferrero, neo presidente blucerchiato, ha fatto capire che non ci sono possibilità di acquistarlo e che lui è sì un ottimo calciatore ma appartiene al passato. Per Paletta, invece, il discorso è differente, Il difensore ha mercato, anche all'estero, e se arriva una offerta, Ghirardi ci pensa eccome. Al momento solo sondaggi, ma niente di concreto. In entrata resta viva la doppia pista che porta a Lodi e Cassani. Il primo si complica, per via della esosa richiesta del Catania che chiede soldi. Il Parma vorrebbe ammortizzare con un paio di calciatori, senza spendere tantissimo. E' una possibilità concreta. Donadoni lo ha richiesto, lui è interessato, bisogna aspettare. Non è da escludere che possa essere un colpo di fine mercato. Per Cassani si attende, invece, solo l'ufficialità, dato che il ragazzo ha annunciato di lasciare Firenze e di trasferirsi a breve. Si attende solo l'ufficialità.

Venerdì 18 luglio

 Il classico allenamento di rifinitura pre-partita ha caratterizzato al Centro Sportivo di Collecchio la mattinata dei giocatori crociati, che nel pomeriggio (ore 17) si affronteranno sul campo del Settore Giovanile nella prima sgambata stagionale dividendosi a ranghi misti davanti al pubblico (accesso gratuito e cancelli dell’ingresso laterale aperti dalle ore 16.30). Alcuni calciatori, al termine, saranno a disposizione dei tifosi. Il Parma Fc, intanto, per venire incontro alle esigenze dei propri sostenitori, ha deciso di posticipare alle ore 18 l’inizio della sua seconda gara amichevole, in programma giovedì 24 luglio contro il Renate, sempre a Collecchio.

Giovedì 17 luglio

 E' iniziato sul campo con lavoro atletico ed esercitazioni con la palla l'ottavo giorno di ritiro nel nostro centro sportivo per i crociati di mister Donadoni. Nel pomeriggio invece la squadra, per il secondo degli allenamenti in programma, sarà in palestra.

Mercoledì 16 luglio

Iniziato il settimo giorno di ritiro. Oggi è il giorno di Antonio Mirante. Messa in moto in palestra, corsa lungo il percorso del Centro Sportivo di Collecchio e attività sul campo, a cui ha partecipato anche Antonio Mirante, rientrato oggi in gruppo ad allenarsi. La settima giornata di ritiro è iniziata così. Alle ore 17.30 si ritorna sul terreno di gioco, per la sessione pomeridiana, come sempre aperta al pubblico.

Martedì 15 luglio 

La doppia seduta odierna si e conclusa con i calci di rigore che Donadoni ha tirato verso la porta di Russo. Sei penalty, tre dei quali nell'angolino di sinistra, precisi, puntuali, come l'applauso dei tifosi a ogni tocco di palla del tecnico: "E' ancora buono". Ma Donadoni declina, ci è rimasto ben poco. E va dritto negli spogliatoi dopo aver salutato mentre Mendes e Felipe scattano foto con Galoppa e Mauri che si fermano ai cancelli per abbracciare i tifosi. Fa caldo, si suda e Palladino è in forma. Parte bene l'attaccante, uno dei piu pimpanti tra una selva di gambe imballate dovuti ai carichi. Esercizi con la palla, corsa e fatiche. La ricetta è quella. 

Lunedì 14 luglio

Mattinata di riposo per i ragazzi di Donadoni, poi allenamento e bagno di folla. Il programma ha contemplato venti minuti di esercitazioni con il pallone suddivise in sette sezioni, un torneo a tre squadre con partite di dieci minuti a mezzo campo, alternando le pause con corsa sui cinquanta metri, lavori di reattività sui dieci metri in circuito e una partita, sempre a tre squadre, ma a tre quarti campo con tripla ‘navetta’ negli intervalli. Dopo Antonio Mirante, che ha anticipato a questa settimana il rientro inizialmente fissato per il 21 luglio (il nostro numero 83 è rientrato oggi dalle vacanze e inizierà gli allenamenti mercoledì), anche un altro crociato il cui arrivo era previsto tra sette giorni ha raggiunto Collecchio prima del previsto. Si tratta di Alessandro Iacobucci. Il portiere, classe ’91, già oggi si è allenato con il gruppo.

 

Domenica 13 luglio

Prima domenica di ritiro al Centro Sportivo di Collecchio, con la classica doppia razione quotidiana di lavoro che sta caratterizzando il principio della preparazione estiva, giunta al suo quarto giorno. Si comincia alle 9 in palestra, poi al pomeriggio dalle 17.30, con porte aperte al pubblico, si tornerà sul campo. Ieri un diluvio ha interrotto il lavoro tecnico-tattico della seconda seduta, che era iniziata con  esercitazioni di messa in moto con la palla sulla tecnica di base individuale, mentre nella mattinata la squadra aveva svolto un programma prevalentemente atletico, incentrato sulla prevenzione di forza e sull’attività aerobica. Nicola Pozzi ha proseguito modi e tempi del suo recupero, alternando l’impegno a parte con quello in gruppo. Antonio Mirante, intanto, ha deciso di interrompere con una settimana d’anticipo le vacanze e di presentarsi a Collecchio già lunedì 14 luglio.

Sabato 12 luglio

Il diluvio che si è scatenato su Collecchio nel pomeriggio ha interrotto il lavoro tecnico-tattico che mister Roberto Donadoni e il suo staff avevano programmato per il secondo allenamento del terzo giorno di ritiro. Capitan Alessandro Lucarelli e compagni hanno avuto appena il tempo di eseguire e completare le esercitazioni di messa in moto con la palla sulla tecnica di base individuale, per poi esser costretti a rientrare negli spogliatoi. Nella palazzina del Centro Sportivo si sono riparati anche i tifosi presenti in terrazza, che hanno avuto modo di incontrarsi con alcuni giocatori. In mattinata la squadra aveva svolto una seduta prevalentemente atletica, incentrata sulla prevenzione di forza e su attività aerobica. Nicola Pozzi ha proseguito il suo programma di recupero, alternando l’impegno a parte con quello in gruppo. Domani, domenica 13 luglio, quarta giornata della preparazione estiva, è prevista ancora una doppia razione di lavoro. Al mattino, dalle ore 9, si suderà in palestra, mentre al pomeriggio, dalle ore 17.30, sempre con porte aperte al pubblico, si tornerà a farlo sul campo. Antonio Mirante, intanto, ha deciso di interrompere con una settimana d’anticipo le vacanze e di presentarsi a Collecchio già lunedì 14 luglio.

Venerdì 11 luglio

Le prime fatiche, i primi sforzi, il Parma li ha stampati sul volto dei calciatori che hanno preso parte al ritiro. In attesa dei big, impegnati con le Nazionali per i mondiali e con le vacanze prolungate, il quartiere generale crociato viene preso d'assalto dai tifosi che si fiondano in massa per osservare i primi movimenti della stagione. Pochi i volti nuovi, tante facce conosciute e tanto entusiasmo, in occasione della seconda seduta, quella pomeridiana aperta al pubblico.  

Giovedì 10 luglio

DONADONI, LA CONFERENZA STAMPA. "Non commettiamo l'errore di pensare -ha esordito il tecnico crociato a Collecchio- che la strada sarà facile, dopo quanto abbiamo fatto l'anno scorso. Riparto con entusiasmo e mi auguro che tutti rimangano a disposizione: se si vogliono raggiungere risultati non si può prescindere dai giocatori migliori. Per quanto riguarda la scorsa stagione non mi interessa guardarmi indietro, quello che abbiamo fatto resta e nessuno lo cancella. Se sono qua è perchè ritengo che il mio futuro e la mia strada siano queste". 

Il mister si sofferma sulle voci delle ultime settimane e sul futuro dei gialloblù. "Ho sentito e letto tante chiacchiere ma sono solo parole, non c'è niente di vero. La squadra deve avere una logica, deve essere competitiva e pronta. Con Leonardi e Ghirardi abbiamo parlato di tutto. Non cambia nulla anche se Ghirardi si è dimesso: è stato sempre presente e ha dato spazio assoluto a Leonardi, che è il mio primo interlocutore. Lo sfogo è legittimo cosi come il mio: dobbiamo avere coscienza e la consapevplezza di aver fatto qualcosa di straordinario sul campo. Dal punto di vista tecnico abbiamo fatto tutto quello che era possibile sul campo: poi del resto non parlo". 

I GIOCATORI. "Cassano è un nostro giocatore e resterà tale. Ha fatto un grande campionato per il nostro club e mi aspetto ancora di più da lui. Ha stimoli e conto molto su di lui. Mi auguro che dopo il riposo torni con le motivazioni giuste, non troppo appesantito, se arriva in forma può partire benissimo. Paletta? E l'unico che ha vinto la partita, l'unica. Ogni giocatore sa di aver fatto una stagione o un Campionato difficili. Conto tanto nella loro voglia di riscatto e fin che saranno qui e rientreranno nel progetto ben venga. Poi spero che si diano da fare. Sono onesto e sincero: l'assenza di Parolo pesa: ho avuto poche possibilità di allenare un uomo e un atleta come lui, la perdita è doppia. Sono felice per lui, è andato in una grande realtà e si è guadagnato tutto sul campo. I nuovi giocatori li voglio conoscere bene, voglio solo giocatori che hanno fame e che vogliono diventare qualcuno. Niente gente presuntuosa o appagata perchè quest'anno sarà difficile rispetto allo scorso campionato".  

L'ARRIVO DEI CROCIATI. I crociati ripartono agli ordini di Roberto Donadoni. Puntuale come sempre e primo tra tutti ad arrivare. Poi, con il passare del tempo si sono aggregati tutti i convocati. Ninis è arrivato per ultimo, in taxi il greco era molto sorridente. Pollice all'insù e sorrisi. C'è tanta voglia di ricominciare e, prima dell'inizio ufficiale che culmina oggi pomeriggio alle ore 16 con la.conferenza stampa di Donadoni e il primo allenamento alle ore 17.30 i crociati si sono trovati a pranzare tutti insieme al centro sportivo, a raccontarsi della vacanze e ad aspettare Cassano e compagnia che intorno al 21 rientreranno alla base. Dopo il pranzo verranno decise le stanze, poi riposo e primo allenamento. Belfodil e stato uno dei primi ad arrivare e si è già confrontato con Donadoni, qualche chiacchierata condita con sorrisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento