Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport

Parma tutto cuore: batte la Roma 2-0 e spera ancora

I gol di Mihaila ed Hernani su rigore, bastano questa volta per portare a casa una grande vittoria

Dal nostro inviato
PARMA – Sono passati 104 giorni, cinque mesi senza tre punti, un’era geologica. Il Parma ha incassato un po’ di fiducia grazie a una bella vittoria, convincente, su un avversario che magari era anche alle corde, ma che era pur sempre di due, tre spanne sopra il Parma. Che ha ritrovato la vittoria, i tre punti fondamentali per una regalarsi un nuovo campionato e sperare nell’impresa. Ha riabbracciato Pellè, dopo dieci anni tornato più pronto e sul pezzo. Un centravanti ti cambia la vita, lo sa bene D’Aversa che ritrova il sorriso e si gode (parola forte) la vittoria dalla tribuna.

Parte forte il Parma, che al 9’ passa in vantaggio grazie al piattone di Mihaila, su assist di Dennis Man. Sull’asse romeno, i crociati costruiscono un vantaggio tutto sommato meritato, frutto di un approccio più solido mentalmente a una gara delicatissima. D’Aversa in tribuna si affida a Tarozzi che guida e a Pellè, autentico regista offensivo, che calamita addosso un sacco di palloni. Li difende, li protegge e li accarezza, smistandoli per gli esterni che rapidamente li attaccano. La Roma si è lasciata sorprendere sul suo lato più debole, con Kumbulla che si lascia superare da Man, bravo a servire un pallone d’oro che l’amico Mihaila è freddo a ribadire in porta. Da lì il Parma rincula, si mostra compatto e si affida alle fughe dei ragazzi guidati da Pellè come in una gita, dove bisogna vedere i posti più belli. La Roma è tutta nella punizione di Pellegrini, respinta dai pugni di Sepe che ha rischiato poco, anche perché i giallorossi sono venuti avanti a trovare due linee compatte giovando della regia tecnico-tattica di Pellè.

Nel secondo tempo però il Parma rimane nello spogliatoio, la Roma ha più fame e in 1’ fa tremare due volte Sepe. Che prima si ritrova in braccio il pallone senza pretese di Bruno Peres rimpallato, poi guarda sfilare il destro di El Sharaawy. Il ritmo imposto dai giallorossi però viene spezzato dalla fuga di Pellè, bravo a recuperare un pallone sulla trequarti e a prendersi il rigore. Trasformato da Hernani. Grande gara del brasiliano, così come quella di Pellè, straordinario nel difendere il pallone e nel lavorarne in quantità industriali. L’assalto della Roma è disordinato, ma il Parma, dopo Cagliari un girone fa. Anche questa è una buona notizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma tutto cuore: batte la Roma 2-0 e spera ancora

ParmaToday è in caricamento