Sport

Parma-Spal 2-3 | Che sbandata: dal Paradiso all'Inferno in 20'

Semplici cambia, dentro Valoti e Antenucci e ribalta il 2-0 nel secondo tempo. Inutile la doppietta di Inglese che sfiora il pari al 92'

Dal nostro inviato

PARMA – Finisce malissimo. Due partite in una, la prima dura 70’ e viene dominata dal Parma, la seconda dura 20’ e la fa la squadra di Semplici che cambia, passa al 4-3-3 e finisce per prendersi gli applausi meritati del suo spicchio di curva. Valoti, Petagna e Fares confezionano la rimonta che sa di incredibile con la Spal che torna a vincere in trasferta. Non succedeva da ottobre. Male, sconfitta che brucia anche psicologicamente.

Come a Udine, il Parma passa dopo 11’. Questa volta il calcio di rigore, il secondo del campionato dopo quello della Dacia Arena, se lo guadagna Inglese che lo trasforma con qualche brivido perché Viviano gliel’aveva intuita. Il tiro strozzato dell’attaccante finisce alle sue spalle e, al 42’ si vede annullare quello che sarebbe l’ottavo gol del suo campionato da Vivenzi che gli sventola la bandierina in testa. Sul filtrante di Barillà, in versione regista, Gervinho scatta prima e finisce oltre. Nel dubbio non si fischia, ma la posizione è di offside. Questi i due episodi chiave di una partita che in mezzo ha visto tanto Parma e un po’ di Spal, brava a contenere le sgroppate dell’ivoriano che quando vede la porta calcia anche se davanti ha una muraglia. La voglia di gol di Gervinho lo tradisce, in un paio di occasioni avrebbe potuto scaricare per Barillà o mandare in porta Iacoponi, ma niente. In un'altra Viviano gli ha intercettato il suo tiro masticato, ma il Parma ha saputo controllare gli assalti spuntati della Spal che ha preferito attaccare sulla destra, blindata da Biabiany che si preoccupa parecchio di rucire lo spazio tra lui e Gagliolo, dove di solito c’è Barillà.

Qualche cross in mezzo per il raid di Felipe o Simic, poche occasioni per Petagna ma per il resto ordinaria amministrazione. C’è da gestire le forze nella mediana, incredibilmente decimata. Kucka si gestisce, Barillà non si risparmia ma non è a pieno regime, mentre Scozza tesse e lotta che  è una bellezza. Come Gervinho che si prende delle pause ma quando annusa la porta è letale. Il suo destro si schianta sulla traversa, palla sulla quale si catapulta Inglese che trova la prima doppietta. Sporcata da Valoti che entra e segna. Semplici si mette a quattro dietro, blinda le corsie, mette energie davanti con Antenucci e trova la deviazione vincente con il centrocampista che stacca da solo in area. Succede l’imponderabile: Semplici arma il reparto avanzato, si mette a tre e il Parma non la vede quasi mai. Dal gol del possibile 3-0, prima della girata di Valoti, Barillà ha sbagliato il colpo del ko, all’harakiri che porta la Spal al vantaggio nel giro di 8’. Prima Petagna, poi Fares, ribaltano la situazione e al Tardini nessuno si aspettava un assalto del Parma quasi a caso per trovare il disperato pari. Mancato per un soffio da Inglese che al 92’ si divora il 3-3.

DIRETTA

PROBABILI FORMAZIONI 

parma-logo-nuovo-2-2PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Kucka, Scozzarella, Barillà 6,5 (78' Gazzola); Biabiany, Inglese, Gervinho. A disp: Frattali, Dimarco, Diakhate, Ceravolo, Munari, Gobbi, Gazzola, Siligardi, Dezi, Davordzie, Sprocati, Baraye. All: D'Aversa

spal-2SPAL (3-5-2): Viviano; Simic, Felipe, Bonifazi; Lazzari, Kurtic, Valdifiori, Missiroli, Fares; Petagna, Paloschi. A disp: Gomis, Poluzzi, Antenucci, Valoti, Floccari, Schiattarella, Costa, Nikolic, Farcas, Uzela. All: Semplici

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Spal 2-3 | Che sbandata: dal Paradiso all'Inferno in 20'

ParmaToday è in caricamento