menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Hernani - foto Ansa

Hernani - foto Ansa

Ahi Parma, si ferma Hernani: Kucka spera

Il calciatore ha evidenziato un problema muscolare al quadricipite sinistro e si sottoporrà agli accertamenti del caso

Per un Kucka che rientra in gruppo, trascinandosi dietro qualche speranza di poter disputare almeno uno spezzone di partita contro la Spal, un Hernani che si ferma ai box nell’allenamento del venerdì. Il brasiliano è rimasto a riposo:  il calciatore ha evidenziato un problema muscolare al quadricipite sinistro e si sottoporrà agli accertamenti del caso, costretto ad arrendersi alzando bandiera bianca per una gara che, dall’altra parte, hanno caricato molto: per la Spal, tanto per intenderci, è l’ultima chiamata, per il Parma invece è la partita che deciderà quale direzione prendere. Se guardare in alto con un pizzico di tranquillità relativa – con D’Aversa al timone è vietato rilassarsi – oppure continuare a contare i passi che separano il club dal precipizio. Insomma, un bel crocevia senza pensare a quello che ha significato l’anno scorso, quando nel bel mezzo dello stupore il Parma venne accolto da un brusco risveglio che mise gli uomini di D’Aversa faccia a faccia con le proprie insicurezze, allontanate da una punizione di Scozzarella alla penultima partita con la Fiorentina davanti ai tifosi mandati in visibilio per l’ennesima impresa targata Bob.

Altri tempi: a questo giro Scozzarella non ci sarà, il Parma è un altro, non naviga in acque melmose ma la condizione di precarietà generale che gravita attorno al mondo impone comunque prudenza anche nei giudizi, specialmente in quelli che non sono definitivi. Non è certo tempo di verdetti, non può esserlo per il Parma che dalla sua deve aggiornare ancora la lista degli indisponibili. L’ultimo arrivo in infermeria è Hernani, brasiliano che stava ingranando e che si vede interrompere il suo percorso di crescita da un fastidio accusato venerdì mattina. Oltre a Sepe, Darmian che non vive il suo momento migliore e acciaccato, Laurini, Scozzarella, Barillà e Kucka aggregatosi al gruppo a due giorni dalla partita, Inglese e il baby Adorante, D’Aversa deve fare a meno anche del brasiliano. Con sette, otto giocatori indisponibili diventa anche difficile preparare le partite.

Salvo colpi di scena dell’ultima ora, per evitare rischi più gravi, in mediana – il reparto più falcidiato – si rivedranno due ex dal 1’. Grassi a destra e Kurtic a sinistra, nel ruolo di fidi scudieri di ‘mate’ Gaston. Brugman, il regista designato in assenza di Scozzarella, ha disfatto le valigie e ormai si è risistemato a casa, bloccato da D’Aversa mentre stava per salutare la truppa e accasarsi in Turchia, sponda Antalyaspor. Kucka non avrebbe – a ogni modo – i 90’ nelle gambe e caricare il polpaccio malandato non sarebbe una strategia corretta, metterebbe a repentaglio il giocatore esponendolo a una ricaduta che, di questi tempi, sarebbe meglio evitare. Nel deserto del Tardini, aperto solo per addetti ai lavori, è in dubbio anche la presenza di Darmian. Il terzino ha lavorato solo giovedì i compagni, non sappiamo quanto possano essere utili tre allenamenti (contando anche la vigilia) con la squadra per strappare una maglia da titolare. In caso di forfait dentro Dermaku, con Iacoponi che transiterebbe a destra. Davanti – infortuni permettendo – pochi dubbi: Cornelius tra Kulusevski e Gervinho, per provare l’allungo salvezza e affacciarsi ai piani alti di una classifica che piace già.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

E' morto Rocco Caccavari: il ricordo di Lenz Fondazione

Attualità

Crisi di Governo, Pizzarotti: "Serve stabilità: ecco la mia ricetta"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento