menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Corrado: "Se la situazione fosse questa la Figc avrebbe già scelte Parma 1913"

Nella giornata del 17 luglio si è svolto il Consiglio Federale dal quale i tifosi e la città si aspettavano di sapere chi tra le due cordate concorrenti potrà iscriversi alla serie D. Secondo StadioTardini.it Corrado non avrebbe ancora presentato l'assegno da 300 mila euro

Nella giornata del 17 luglio si è svolto il Consiglio Federale dal quale i tifosi e la città si aspettavano di sapere chi tra le due cordate concorrenti potrà iscriversi alla serie D. Ma dall'appuntamento non è uscita nessuna decisione: si dovrà attendere probabilmente lunedì 20 luglio per sapere qualcosa; in quella data Tavecchio infatti scioglierà le sue riserve su chi potrà iscriversi tra Parma 1913 e la cordata di Corrado. E finalmente i tifosi conosceranno il nome della squadra che seguiranno nei prossimi anni. 

Secondo quanto riportato da StadioTardini.it Magico Parma non avrebbe ancora depositato l’assegno circolare da 300mila euro allegato alla domanda di affiliazione: la scadenza per la presentazione dell'assegno sarebbe il 24 luglio alle ore 12. Sarebbe questo il motivo del ritardo nella decisione di Tavecchio, che sarebbe dovuta arrivare il 17 luglio.

“NOTA DI CORRADO SU FACEBOOK - Magico Parma vuole precisare la notizia errata, e probabilmente frutto di un malinteso, contenuta nel titolo dell’articolo di Gabriele Majo pubblicato oggi, secondo cui “Tavecchio non ha ancora deciso chi sarà l’erede dell’estinto Parma FC perché Magico Parma non ha accompagnato la richiesta di ammissione con l’assegno di 300.000 Euro”. Prendiamo atto dell’ennesimo tentativo di portare discredito a Magico Parma per giustificare un’eventuale (ricordiamo che il termine ultimo stabilito dalla comunicato-corradoFIGC è il 24 luglio) allungamento dei tempi di decisione da parte della FIGC. Se questa fosse la situazione reale, la decisione da parte della Federazione sarebbe già stata presa a vantaggio di Parma 1913. La realtà è diversa. Primo: La Federazione Italiana Giuoco Calcio prende decisioni solo in base ai contenuti e alla validità del progetto. Secondo: Il 6 luglio scorso la nostra Società ha presentato alla Lega Nazionale Dilettanti tutta la documentazione richiesta, ma la Lega – sulla base della lettera che la FIGC aveva inviato il 3 luglio al Sindaco di Parma – ha richiesto il deposito contemporaneo anche della “lettera motivata del Sindaco di Parma di accreditamento della Società, con la quale l’Amministrazione comunale manifesta il gradimento al progetto e ne conferma la serietà”. Come è noto, Magico Parma non ha la lettera di accreditamento (e non di preferenza) del Sindaco ed è questo l’unico documento che Magico Parma non ha potuto presentare. Forse, invece, sarebbe stato più opportuno chiedersi quali potrebbero essere le reali ragioni per le quali la Federazione non ha ancora espresso un giudizio. Certo, queste non debbono essere ricercate o attribuite a Magico Parma.
Battere Magico Parma non è una cosa semplice, ma screditare il lavoro fatto non è la strada migliore. Magico Parma”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento