menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma | Tavecchio: 'Domenica si gioca", Lucarelli: "Niente garanzie, per il futuro si vedrà"

"La notizia è che domenica si gioca" ha dichiarato Tavecchio, al tavolo insieme al sindaco Pizzarotti e a Brunuelli, dg della Lega Calcio, spiegando il piano di salvataggio che verrà messo in atto per cercare di salvare il Parma. "Manenti ora deve farsi da parte" ha detto in sindaco Pizzarotti

Parma | Anche l'Antimafia indaga: ipotesi di contatti con l'Ndrangheta
Alle

Alle ore 20.45 circa si è concluso in Municipio l'incontro tra il sindaco Pizzarotti e Tavecchio, arrivato da Collecchio dove ha incontrato i giocatori e lo staff tecnico del Parma "anche se arriveranno, non si sa come i soldi che ha promesso per me non è un interlocutore credibile". 

 

tommasi-4-2

Poco dopo, alle 20:40, è uscito anche il capitano. Dopo un colloquio con i tifosi, Lucarelli si è prestato alle domande dei giornalisti. "Abbiamo deciso di giocare, non siamo soddisfatti di quello che ci ha detto Tavecchio anche se ci ha fatto capire che ci darà sostegno. Niente garanzie al momento ma avevamo voglia di giocare. Dispiace che non vi sia Beretta, ci aspettavamo la sua presenza, ma noi andiamo in campo. Cosa non ci ha convinti? Noi vogliamo garanzie al 100% per i dipendenti, ci sono state date ma vogliamo che si seguano i fatti. Vogliamo che cambino anche le regole che hanno permesso di arrivare a tutto questo. La proposta è di 5 milioni ma ci sono altri punti che vogliamo vengano discussi. Vogliamo garantire i nostri dipendenti, ma anche noi vogliamo quello che ci spetta, anche se questo non è un problema grosso. Oltre alle garanzie del futuro., chiaramente. Valuteremo nei prossimi giorni cosa fare, di domenica in domenica". 

lucarelli-4-4

20:20 - Tommasi, dopo un paio di ore di riunione con Tavecchio e calciatori, assieme a Brunuelli, dg della Lega, dichiara che la partita con l'Atalanta si farà: "L'incontro non è stato così soddisfacente ma i ragazzi hanno deciso di andare in campo e fare il proprio lavoro. Non hanno visto questa grande partecipazione nei confronti del Parma anche se Tavecchio si è mosso finalmente. Se si gioca fino alla fine? La squadra pensa solo alla partita di domenica, sarà complicata perché si pensa continuamente ad altro. Ci saranno anche scadenze importanti in questa settimana. I calciatori erano compatti nella scelta, sono tutti nella stessa barca. Di sicuro non sono soddisfatti. Non c'è stata convinzione e presa di responsabilità. Non si è giocato a Genova e a Udine, quindi escludo uno sciopero a partita in corso". 

Tavecchio arriva in Comune per incontrare il sindaco Pizzarotti ed entra da una porta secondaria, non scendendo dell'auto per schivare i giornalisti 

Esce anche Donadoni con lo staff tecnico. "Se giochiamo?  Vediamo domani, non abbiamo ancora deciso nulla"

Incontro finito, il presidente federale è uscito scuro in volto. Alla domanda: si gioca? non ha risposto. Un colloquio fiume durato circa un'ora e mezza. Poco convinto, Carlo Tavecchio esce alle 19:00 con Brunelli, dg della Lega e vola in comune a incontrare il sindaco. Ancora top secret la decisione dei calciatori

IMG_3614-2

Ore 17:32 - Tavecchio ha raggiunto il luogo dove si sono riuniti i calciatori, ed è appena entrato accompagnato da Brunelli. "C'è grande ottimismo" ha detto al suo ingresso. Inizia dunque la riunione decisiva, prima di recarsi poi in Comune. La squadra è al completo, c'è anche lo staff tecnico. 

Il piano Tavecchio è stato approvato: 16 squadre su 20 hanno detto sì, il Parma per ora, attraverso un piano articolato, è salvo. Tutto scatterà dopo l'udienza fallimentare del 19 marzo. Nonostante i dissensi di alcune società, arriveranno i soldi necessari garantiti dalla Lega. Solo il Cesena è contrario, tre astenuti tra cui il Napoli di De Laurentiis. La cifra, al momento non è dato saperla, ma la disponibilità ad aiutare la società da suito c'è. L'idea è quella di utilizzare il fondo multe alimentato dalle ammende che ciascuna società paga in seguito alle sanzioni comminate dal giudice sportivo. Si arriverebbe a una cifra di poco inferiore ai 5 milioni che la Lega presterebbe al curatore fallimentare del Parma, una volta che il Tribunale abbia dichiarato il fallimento e sia stato concesso l'esercizio provvisorio, indispensabile per il mantenimento del titolo sportivo. "Andiamo a Parma con il dg Bruinelli a incontrare i calciatori e il sindaco"

E' il giorno del piano Tavecchio: in Lega, a Milano, tutti i presidente, tranne Manenti "bloccato" a Collecchio dalla Guardia di Finanza, e Corsi dell'Empoli, si sono riuniti in un'assemblea che prevede, tra i punti di discussione la  situazione disastrosa del Parma. E mentre in sede c'è un via-vai di agenti delle fiamme gialle, in divisa e in borghese, per accertamenti e controlli sulle indagini in corso, in via Rosellini 4 si discute sul futuro di un campionato sempre più "falsato", come dice Lugaresi, presidente del Cesena. E in Lega la "processione dei presidenti" è cominciata intorno alle 11:00. Tutti si siedono attorno al tavolo: tranne Parma e Empoli: il piano-Tavecchio per salvare il Parma è pronto, ora dovranno, come dice Lugaresi, passarsi una mano sul cuore e una sul portafoglio. 

14:45 - Il programma di Tavecchio non convince: ci sarà una votazione per capire se le condizioni del presidente federale saranno approvate all'unanimità.

Alle 12:50,  il Parma varca la soglia della Lega con il direttore dell'area tecnica, Antonello Preiti . Negli uffici c'era già  la GdF di Parma che, in Lega, avrebbe acquisito dei documenti relativi al caso Parma per proseguire le indagini.

lugaresi-2

"A Parma non pensavamo ci fosse una situazione del genere - dice il numero uno cesenate - e adesso dobbiamo ascoltare cosa ha da dirci il nostro presidente federale. Fin che ci saranno regole certe che saranno rispettate noi saremo disposti ad aiutare il Parma. Mi aspettavo la lettera di Sky, mi sembra che sia normale, la squadra ha saltato due partite e gli accordi vanno rispettati. Il nostro lo abbiamo fatto, abbiamo giocato con il Parma. Secondo me è un campionato falsato da tempo. Lucarelli? L' affermazione su Defrel mi ha offeso, non ci conosce e pensa che siano tutti come i dirigenti che ha avuto in passato. Noi siamo una società nuova, per bene e con dei valori, ora ci sono delle istutuzioni che vogliono controllare, non siamo all'interno né del consiglio di Lega, né nel consiglio federale, quindi potevamo fare ben poco. Noi non conoscevamo la situazione del Parma". 

IL VIA LIBERA DEL GOS - E il Gos delibera per giocare, mentre a Milano, in Lega, si discute in assemblea la situazione del Parma, che riguarda da vicino tutti i presidenti, "convocati" da Tavecchio che ha pronto un piano per il via libera. Attraverso un comunicato sul sito della società, Parma Fc comunica che"il Gos (Gruppo Operativo Sicurezza), riunitosi questa mattina presso la Questura di Parma, ha dato parere favorevole allo svolgimento della gara Parma-Atalanta in programma domenica allo stadio Tardini alle ore 15 in quanto Parma Fc ha garantito, in modo autonomo, tutti i servizi previsti dalla normativa vigente. Parma Fc ringrazia tutti i fornitori che si sono adoperati insieme al club per questo risultato".

.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Vaccino, ora tocca all'Università: i tempi e le modalità

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Sport

    Serve SuperMan per la salvezza: Dennis pensa in grande

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento