menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma-Torino 3-1 | Immobile chiama, Marchionni risponde, poi Lucarelli di tacco e Amauri

Con Cassano in panchina per scelta tecnica, i crociati vanno in svantaggio al 22' grazie a un gol di rapina di immobile che poi si divora il 2-0. Errore pagato a caro prezzo, pareggia il centrocampista, il capitano di tacco ribalta il risultato

La prima va bene, segna Amauri, si vince in rimonta e con un gol super di Lucarelli. Nota stonata i fischi a Cassano, rimast in panchina a oscontare la cassanata delle vacanze, ufficialmente fuori per scelta tacnica, tocca ad Amauri fare la voce grossa là davanti, supportato da Biabiany e Sansone, pronti a soccorrerlo, almeno in teoria, perché in pratica, nella prima mezzora, entrambi si trovano iombrigliati nella logica di Ventura, bravo a tenerli bassi grazie al lavoro di Darmian e Pasqual. Basha, preferito a Brighi, e Farnerud tengono a bada i crociati che non riescono a giocare come sanno. Niente scambi veloci, no a inserimenti o crss per Amauri che si batte ma senza gloria. Solo una traversa per lui, con un tiro da fuori, quando il Torino era già passato in vantaggio e aveva sciupato il gol del raddoppio con Immobile, bravo solo al 22’, quando sfrutta l’errore di Mendes e lo brucia sottoporta.

IL MATCH – E quando il Parma si è scoperto un po’, il Torino ne ha apòprofittato subito. Al 22’ l’attaccante è andato in gol, poi, dopo una manciata di minuti, si è divorato il raddoppio sciupando un contropiede guidato da Cerci e preparato alla perfezione da Ventura che si mangia le mani. Evidentemente ha capito che si trattava di un errore fatale e, che di li a poco, sarebbe pesato tanto per l’inerzia della gara. Perché Cassani ha capito come far male al Toro, le fasce funzionano poco, soprattutto sul binario di sinistra, dove Pasquale si fa sorprendere al 34’ lasciando libero il terzino di guardare in mezzo e servire marchionni che, di destro immediato, trafigge Padelli grazie anche a una deviazione di Maksimovic. Dopo mezzora di battaglia tattica, il Parma si libera di un inizio non felice e mette alle corde il Torino che non riesce a reagire. La traversa di Amauri, che gioca bene e per la squadra, è il preludio al gol del raddoppio. Lo segna Lucarelli con un gran colpo di tacco, alla Mancini, nella stessa porta in cui il numero 10 della Lazio ha battuto Buffon. 

LE PAGELLE

Partita ribaltata, Ventura va su tutte le furie e toglie in un colpo solo Immobile e Cerci per Meggiorini e Barreto, con tanto di sfogo plateale al cospetto di Petrachi. La partita non è più la stessa, il Toro attacca e non aspetta piùil Parma, lasciando gli spazi giusti per Ama e compagni, gli spazi per fare male. Prima Biabiany, poi Amauri, sfiorano il gol del 3-1, trovato finalmente dal migliore in campo. Amauri si sblocca con al 70’ e toglie quello zero dalla casella gol fatti. Era ora, e lo stadio lo applaude quando esce al posto di Cassano, accolto da fischi che non gli perdonano il misfatto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa

  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento