Parma, Leonardi: "Cassano non è in rotta con nessuno. Parolo? Ha un grande valore"

L'ad crociato, intervenuto a Bar Sport, ha difeso FantAntonio: "L'errore è stato ammesso, il ragazzo ha chiesto scusa alla società, all'allenatore, allo staff, ai compagni e a tutti i tifosi" - e sul centrocampista - "Se accetto 2,5 milioni per la metà fatemi cambiar mestiere"

Pietro Leonardi

Pietro Leonardi, dopo la bella vittoria del suo Parma sul Torino per 3-1, è intervenuto a Bar Sport, su Tv Parma dove si è espresso su Cassano, Parolo e le tante voci intorno alla società crociata. "Sentirsi dire continuamente che il Parma è in crisi, è a rischio fallimento, non è bello. Ghirardi e il sottoscritto hanno sempre ringraziato i tifosi che si sono abbonati perchè vanno solo che ringraziati. Non ce l’ho con loro, ovviamente. Ho sempre il pensiero di dover ottimizzare questa società dal punto di vista aziendale. Sento dire che non paghiamo gli stipendi ma la tredicesima l'hanno presa tutti e i calciatori percepiscono regolarmente lo stipendio", ha esordito l'ad crociato che ha voluto riconfermare, nuovamente, la sua fiducia al Parma: " Se il Parma dovrà cedere qualcuno, come ha fatto in passato, è normale e fa parte del gioco. Se rimango? L’ho già detto, certo che rimango, prediligo le scelte emotive a quelle fatte per altri aspetti. Come sto a Parma non sono stato da nessuna parte. Ho fatto una scommessa con Ghirardi e questa scommessa sta andando avanti.”

I FISCHI A CASSANO - La vittoria sul Torino ha sicuramente fatto piacere a Leonardi, non tanto per il risultato quanto per la determinazione dimostrata nel capovolgere il risultato, da 0-1 a 1-3: "Oggi mancavano Paletta, Gobbi e Gargano, senza contare le difficoltà in settimana di Mesbah, che era il sostituto ideale di Massimo. La squadra però ha dimostrato di avere un grande cuore, una grande determinazione e una grande voglia di sacrificarsi sotto l’aspetto tattico, anche perchè il modulo è cambiato durante il match. Non collego la grande prestazione di Amauri all’assenza di Cassano, ritengo che saranno utili tutti alla causa del Parma". Proprio su FantAntonio, Leonardi ha voluto precisare determinate cose soprattutto dopo la scelta di Donadoni di tenerlo in panchina e i fischi del Tardini: "Dicono che si è rotto il rapporto di Cassano con i compagni, o con la città, ma chi le dice queste cose? Chi mette in giro queste assurdità? Non capisco. Antonio si è preso la responsabilità di dire esattamente quello che è successo sulle voci con la Sampdoria. L’errore è stato ammesso, perchè il ragazzo ha chiesto scusa alla società, all’allenatore, allo staff, ai compagni e a tutti i tifosi del Parma. Cassano non è andato sotto alla curva? Oggi l'ho sorridente, che incitava i compagni e festeggiava a fine partita negli spogliatoi. Accetto che il tifoso poi fischi allo stadio, ma Cassano ha tutte le possibilità sia tecniche che umane per riconquistare tutti. Io dico che lui deve seguire le regole, e infatti è stato multato. Però poi non possiamo fare un caso di ogni piccola situazione.  pure le belle giocate che ci ha fatto e ci farà vedere"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL MERCATO E PAROLO - Infine l'ad ha parlato del mercato crociato e in particolar modo di Parolo su cui la Roma sta spingendo molto negli ultimi giorni: "Il mercato? Abbiamo il problema di essere ambiziosi, sia io che il Presidente Ghirardi. Per vendere c’è bisogno di trovare chi compra, anche perchè al giorno d’oggi non è facile trovare qualcuno che davvero, al di là delle intenzioni, riesca a comprare. Al Parma serve un centrocampista centrale? Aiutatemi voi a trovarlo perchè davvero non è facile. Anche le grandi società faticano a trovare alternative in quel ruolo. Donadoni ha avuto l’intuizione di adattare in quel ruolo prima Valdes e poi Marchionni. 2,5 milioni per la metà di Parolo? Se li accetto vi do la responsabilità di farmi cambiare mestiere. Su Parolo o si fa un’offerta che parte da un presupposto per cui lui ha fatto 6 gol, e un centrocampista così, che potrebbe andare al Mondiale, ha un grande valore. Sono arrivate offerte per lui, e con tutto il rispetto abbiamo sempre ringraziato e abbiamo concluso dicendo che lui sta bene nel Parma"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento