menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Emanuele Calaiò - Foto D. Fornari

Emanuele Calaiò - Foto D. Fornari

Caso Parma, spunta un quarto messaggio: "Scherzavo, per me è uguale, tra un po' smetto"

Intanto il mercato prende quota. Audero e Pedro Mendes i nomi nuovi

“Comunque pippein stai tranquillo scherzavo tanto per me è uguale tanto tra un po’ smetto ?????”. Ecco il quarto messaggio che Emanuele Calaiò ha inviato poche ore dopo i primi tre a Filippo ‘Pippein’ De Col, il suo compagno di avventure negli anni dell’arciere a La Spezia. Un segnale ancor più evidente del fatto che l’arciere crociato si riferisse - scherzando, sia prima che dopo - al fatto che i suoi ex compagni fossero arcigni in difesa e capaci anche di interventi duri. Un modo per dire: “tranquillo, scherzavo: picchiatemi pure se volete, tanto tra un po’ smetto”. In attesa dei deferimenti, che a questo punto è probabile arrivino anche all’inizio della prossima settimana, il club, il tesserato coinvolto e i tifosi vivono l’estate più calda degli ultimi anni e pregano che questa vicenda si possa chiudere definitivamente e positivamente al più presto possibile. I danni (oltre che di immagine) che il club sta accusando sono innumerevoli: mercato bloccato perché le banche non erogano i fondi dei diritti tv a causa del processo che a breve sarà istruito e perché i giocatori contattati (tra gli altri Silvestre) non sono convinti di poter sposare la causa Parma e giocare l’anno prossimo in Serie A. Nei loro contratti, infatti, ci sarebbe anche una clausola che li ‘obbligherebbe’ a un tetto salariale che non va oltre i 500 mila euro a stagione in caso di retrocessione. La campagna abbonamenti procede a rilento (ma con un timido risveglio negli ultimi giorni) a causa dell’incertezza dei tifosi che vogliono prima aspettare la sentenza.

MERCATO - Ma in tutte queste difficoltà si sta muovendo agilmente Daniele Faggiano. L’uomo mercato del Parma ha apparecchiato delle trattative che dopo il ritiro potrebbero sbloccarsi. Sta continuando a ricamare quella che potrebbe portare a Luca Rigoni, ha chiesto alla Juventus il prestito di Audero (impensabile acquistare il portiere) e sta valutando un possibile ritorno di Pedro Mendes dal Montpellier. Il giocatore avrebbe fatto sapere di voler tornare a vestire la maglia del Parma, ma i francesi non lo lasciano partire senza un conguaglio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento